mercoledì 19 dicembre 2012

Al calar della sera di Lisa Kleypas


Al calar della sera 
di Lisa Kleypas 
(3° libro Serie Hathaway)


La Trama:
A Londra per la sua terza Stagione, Poppy Hathaway aspetta trepidante che il giovane Michael, di cui è innamorata, trovi il coraggio di dire al proprio padre che la vuole sposare. Senonché, il destino la porta a fare la conoscenza di Harry Rutledge, enigmatico proprietario dell’albergo in cui alloggia. Harry è un uomo che non si ferma davanti a niente pur di ottenere ciò che vuole, e ora, affascinato dalla sua bellezza e dal suo spirito, desidera Poppy. Dopo essere riuscito a mandare a monte i piani dei due innamorati, mettendo loro contro il padre di Michael, chiede infine la mano della ragazza e la ottiene. Ma poco prima del matrimonio Poppy scopre le sue macchinazioni…

La mia opinione

Avevo questo libro sul comodino da qualche giorno ma ho aspettato il mio primo giorno libero per cominciarlo perché quando inizio un libro di Lisa Kleypas non mi riesce proprio di staccarmene finché arrivo alla fine. Siamo arrivati al terzo libro di questa serie con protagonista la famiglia Hathaway e questa volta la sorella protagonista è Poppy, la più razionale degli Hathaway, ragazza molto affascinante ma con il "difetto" (che per me è assolutamente un pregio!) di essere troppo colta, intelligente e anche chiacchierona. Conosciamo in questo libro il misterioso albergatore Harry Rutledge, uomo molto affascinante e relativamente pericoloso. Per fortuna! Perché non avrei mai sopportato che Poppy finisse con uno scialbo ed insignificante come Michael. La situazione di Poppy e Harry si dimostra alquanto complicata ma poco per volta la loro attrazione iniziale si trasforma in qualcosa di più profondo. Lisa Kleypas come sempre mi appassiona con le sue storie ed i suoi intrecci e questa volta devo dire che ha fatto centro soprattutto grazie alle scoperte che riguardano la signorina Marks. E' palese ormai che il prossimo libro avrà come protagonisti Leo e Catherine, e io non posso che esserne più che contenta! Non vedo l'ora di averlo tra le mani!

giovedì 29 novembre 2012

Recensione: "Crossed. La fuga" di Ally Condie

"Crossed. La fuga"
di Ally Condie
(2° libro serie Matched)


La Trama:
Rincorrendo un futuro incerto, Cassia si ritrova nelle Provincie Esterne, alla ricerca di Ky, catturato dalla Società e destinato a morte certa, solo per scoprire che è fuggito attraverso i pericolosi e imponenti Canyon che confinano con la Società. In questo mondo di frontiera Cassia trova tracce di una vita differente e l’affascinante promessa di una ribellione. Sebbene abbia sacrificato tutto per ritrovare Ky, ingegnose sorprese inviate da Xander potrebbero cambiare di nuovo le carte in tavola.


La mia opinione


Ho trovato "Crossed" un libro di passaggio tra quanto è successo in "Matched" e quanto scopriremo nel capitolo conclusivo della saga. Cassia e Ky sono in fuga dalla Società ed alla ricerca l’uno dell’altra. Durante questa fase della loro esistenza fanno capolino nelle loro vite nuovi interessanti personaggi: Indie, una ragazza decisa a tutto pur di entrare nell’Insorgenza, Vick collega e alleato di Ky nelle province esterne ed il piccolo e indifeso Eli, che Ky prende sotto la propria ala come se fosse un fratello minore. Altro personaggio che fa solo una breve comparsa ma al quale sono legate
diverse rivelazioni è Xander, amico d’infanzia e compagno di abbinamento di Cassia. Ognuno di loro ha i propri scheletri nascosti e qualcosa inizia a venire a galla. E’ anche il momento in cui ciascuno deve fare i conti con quello che è disposto a fare e non fare. In poche parole siamo vicini alla resa dei conti. Nonostante  in questo secondo capitolo non succeda nulla di eclatante, è stato facile per me appassionarmi alla lettura. I sentimenti dei due protagonisti principali, il loro bisogno di ritrovarsi e quell’accenno di poesia che accompagna tutto il libro, mi ha tenuta incollata alle pagine. Merito sia di quel senso di ansia ed angoscia che provoca nel lettore un romanzo di genere distopico e sia dell'alternarsi dei capitoli dal punto di vista di Cassia e di Ky, che rende più semplice comprendere i sentimenti e le emozioni di entrambi. Se all’inizio non vedevo l’ora che il gruppo di fuggiaschi trovasse l’Insorgenza (I ribelli) adesso ho qualche dubbio a riguardo. Non so voi ma a me questa "organizzazione" non convince per niente. Se ho ragione o meno lo scopriremo in Reached... speriamo di non dover aspettare molto!

Voto: ★★★ e 1/2

giovedì 22 novembre 2012

Recensione: "Il bacio dell'Highlander" di Karen Marie Moning


"Il bacio dell'Highlander" 
di Karen Marie Moning
(4° libro serie Highlander)

La Trama:
Stregato da un potente incantesimo, Drustan MacKeltar ha dormito per quasi cinque secoli nascosto nelle profondità di una grotta, fin quando un improbabile salvatore lo ha svegliato: una ragazza seducente come nessun’altra. Gwen Cassidy è venuta in Scozia per scuotere la sua vita monotona e forse incontrare un uomo. Come poteva sapere che cadere in un burrone l’avrebbe spedita tra le braccia dell’uomo più affascinante che avesse mai visto? Nel futuro del mondo di Drustan restano solo rovine, e lui sa che deve tornare al passato se vuole salvare il suo popolo; ma per farlo ha bisogno di avere al suo fianco una donna unica.Legato a Drustan da una passione più forte del tempo,Gwen si ritrova nella Scozia del XVI secolo,dove un nemico infido complotta contro di loro, al fianco di un guerriero in grado di cambiare la storia e sfidare ogni istante del tempo per la donna che ama. Può un amore essere immortale, oltre ogni luogo e ogni era?

La mia opinione

Come mi piace questa serie! Ancora una volta Karen Marie Moning mi ha regalato qualche ora in compagnia di un bel libro romantico che ha saputo davvero emozionarmi. L'ho iniziato e finito nel giro di qualche ora, come al solito non sono riuscita a staccarmi!
L'eroina protagonista è Gwen, bella e colta 25enne americana che decide di andare in Scozia per scappare dalla sua vita triste e monotona in cerca "dell'uomo giusto", capace di cogliere il suo frutto (sì, dice proprio così!). Lui è Drustan MacKeltar, affascinante signore Scozzese del XVI secolo che è stato addormentato nella sua epoca per via di un incantesimo rom e che viene risvegliato casualmente dalla bella Gwen in una grotta... ma nel XXI secolo! Nonostante la diffidenza iniziale di Gwen (lei lo crede pazzo pur accettando lo stesso di aiutarlo) l'attrazione tra i due è molto forte, così come i rispettivi caratteri. In più di un'occasione i loro battibecchi ironici mi hanno fatto sorridere. Davvero forti! Inizia così una storia ricca di sentimento, amore e passione, caratterizzata da viaggi temporali tra il secolo di Gwen e quello di Drustan con l'aggiunta di un pizzico di magia. I due dovranno affrontare le barriere del tempo e della memoria per avere il loro lieto fine e per riuscire anche a salvare la dinastia dei druidi MacKeltar. Intorno ai due protagonisti principali girano diversi altri personaggi, soprattutto collegati alla vita di Drustan del XVI secolo. Vista la conclusione del libro possiamo facilmente immaginare che il protagonista del prossimo libro della serie sia un altro MacKeltar... E io non vedo l'ora di leggerlo visti gli interessanti presupposti!

Voto: ★★★★★

mercoledì 21 novembre 2012

Recensione: "Eterna" di Victoria Alvarez


"Eterna" 
di Victoria Alvarez

La Trama: Londra, 1888. Annabel Lovelace è cresciuta nel cimitero di Highgate, e non conosce nulla al di fuori delle sue alte mura. Abbandonata a soli quattro anni dalla madre, ha come unico affetto la cara zia Heather. Senza di lei non potrebbe affrontare il terribile zio Tom, custode del cimitero. A sei anni, dopo aver sofferto di cuore sin dal primo anno di vita, il medico di famiglia le prescrive una medicina che dovrà accompagnarla per sempre...
Sei gocce di digitale purpurea per mantenerla in vita, sei gocce rosse come il sangue che la strapperanno alla morte. Insieme alle preziose gocce, arriverà per Annabel una sorpresa sconvolgente, che marcherà la sua esistenza fino alla fine dei suoi giorni: è in grado di comunicare con l’aldilà, di dare voce a coloro che l’hanno persa per sempre. Ed è in questa sensazione di incredulità che Annabel sentirà che il suo cuore malato riuscirà a riempirsi di vero amore se solo potesse capire chi è quell’uomo che perseguita i suoi sogni.


La mia opinione:


Trama e cover di questo romanzo mi hanno attirato fin da subito e la presentazione del libro a LuccaComics non ha fatto che aumentare il mio interesse. La protagonista di “Eterna” è Annabel Lovelece, giovane medium affetta da una malattia che è proprio il motivo principale che la porta già in giovanissima età a contatto con gli spiriti delle persone rimaste nell’Asfodelo in attesa di “passare oltre”. Il romanzo è diviso in tre parti. Nella prima, riguardante l’infanzia di Annabel, il lettore ha modo di capire come è iniziato tutto: l’abbandono della madre, la scoperta della grave malattia al cuore, l’inquietante rapporto con lo zio, l’inizio del suo lavoro come “Fata di Highgate”. L’ambientazione (dettagliatamente descritta) è decisamente gotica e tetra, l’autrice riesce quasi a far sentire il lettore come se si trovasse lui stesso nel cimitero di Highgate. Nella seconda parte troviamo una Annabel Lovelace adulta, Medium conosciuta e apprezzata in tutta Londra, addirittura ingaggiata dalla regina stessa! Questa è anche la parte più romantica del libro, perché finalmente la ragazza ritrova il suo affascinante “cavaliere senza nome”, colui che l’ha aiutata a fuggire dalle grinfie dello zio quando era solo una bambina e che non ha mai dimenticato. Finalmente Annabel riesce a dargli un nome: Victor Rosenfield. Purtroppo però la loro situazione non sarà per nulla facile ma quando c’è l’amore di mezzo c’è sempre qualche scappatoia (per fortuna!). Non aspettatevi però scene intime particolarmente dettagliate, anche se io non ne ho sentito per nulla la mancanza. La terza parte è la più movimentata, ricca di colpi di scena e di suspense! Entrano in scena nuovi personaggi del passato di Victor e diverse rivelazioni inaspettate lasciano completamente a bocca aperta. Victoria Alvarez mi ha proprio spiazzato! I miei complimenti perché ad un certo punto ho proprio smesso di dare certe cose per scontate! Una lettura diversa piacevole e indubbiamente gotica. Un libro particolare e intenso, non per tutti però. Consigliato a chi ama i romanzi ambientati nella Londra Vittoriana soprattutto con una buona dose di paranormal e ambientazioni gotiche.


Voto: ★★★★


mercoledì 14 novembre 2012

Recensione: "Wolfsbane" di Andrea Cremer


"Wolfsbane" 
di Andrea Cremer
(2° libro serie Nightshade)

La Trama:
Quando Calla, il lupo mannaro adolescente femmina si risveglia nel quartier generale dei suoi acerrimi nemici, pensa di avere le ore contate. Contro ogni ipotesi, però, i Cercatori le fanno una proposta che, oltre a consentirle di rimanere in vita, le permetterebbe di portare in salvo il resto del suo branco. Il piano è rischioso e la battaglia potrebbe mietere più vittime del previsto, ma Calla sa che è l’unico modo per mettere fine a una guerra che va avanti da secoli. Chi sarà a pagare il prezzo del suo tradimento? L’impetuoso Shay, deciso a ogni costo a rimanere al fianco della ragazza che ama, o il fedele Ren, rimasto indietro a coprire la fuga dei due amanti?

La mia opinione

Se in Nightshade abbiamo conosciuto da vicino i Guardiani (sia il branco del Nightshade che quello dei Bane),  in questo secondo capitolo della saga abbiamo modo di familiarizzare con i Cercatori, scoprire i loro segreti e la loro storia. Molte cose che avevamo creduto in precedenza vengono messe in discussione tanto da capire che non sono esattamente loro i "cattivi"della storia. Entrano quindi in scena una serie di nuovi personaggi, alcuni molto simpatici ed ironici, altri un po' meno. Quando Calla si risveglia nel covo dei Cercatori,  dopo un primo momento di diffidenza,  inizia a fidarsi e decide di accettare la loro offerta di alleanza. Tutto il mondo di Calla viene sconvolto: la nostra alfa dovrà affrontare le conseguenze delle sue scelte che avranno dei  risvolti anche molto tristi. Nonostante la ragazza si trovi insieme a Shay pensa sempre a Ren. Personalmente in questo secondo romanzo non ho provato un particolare feeling né verso Shay (troppo appiccicoso ed egoista) né verso Ren, che nonostante si veda per poco tempo (purtroppo) mi ha lasciato l'amaro in bocca per via delle sue azioni/scelte. 
Come in ogni battaglia per la libertà, la nuova squadra di alleati subirà delle perdite (una in particolare mi ha molto rattristato ed in cuor mio spero ancora che non sia avvenuta per davvero), dovrà affrontare dolori e  fare i conti con  il tradimento da parte di persone molto vicine in passato.
La storia è ricca di dialoghi anche ironici tra i vari personaggi, che fanno sempre molto piacere poiché risollevano un po' una situazione carica di angoscia e paura.
Mentre la prima parte del libro è leggermente più lenta per via dei vari racconti e lezioncine storiche sul passato dei Cercatori, nella seconda c'è molta più azione per poi arrivare a qualche colpo di scena finale (di cui uno in particolare ho sospettato sin dall'inizio perché era abbastanza palese!).
Riguardo la scelta fatta da Calla verso il finale (parlo del triangolo amoroso), spero che non sia quella definitiva: sinceramente non mi è sembrata convinta e nemmeno troppo entusiasta.
Vista la conclusione (è adesso che viene il bello...) non vedo l'ora di poter leggere il seguito e scoprire come l'autrice risolverà tutte le situazioni in sospeso!


Voto: ★★★★


mercoledì 31 ottobre 2012

Recensione: "Il Messaggero dell'Angelo" di Heather Killough-Walden


Il Messaggero dell'Angelo 
di Heather Killough-Walden
(2° libro serie Lost Angels)


Nel primo romanzo della serie Lost Angels siamo stati introdotti nell'universo mitologico creato da Heather Killough-Walden.
Sappiamo che i quattro noti arcangeli Uriel, Gabriele, Azrael e Michele sono sulla Terra in cerca delle loro cherubine (angeli donna creati da Dio appositamente per essere le loro anime gemelle) da migliaia di anni.
Questo secondo capitolo vede come protagonista principale Gabriele, il "Messaggero". L'arcangelo si divide tra gli Stati Uniti (dove svolge il suo lavoro di vigile del fuoco) e la Scozia, terra alla quale si sente molto legato e dove fa ritorno ogni certo numero di anni come membro di una comunità locale. Ed è proprio in Scozia che finalmente incontra per la prima volta la cherubina a lui destinata: Juliette.
Juliette è una minuta ed affascinante studentessa di antropologia da sempre attirata dalla Scozia, una ragazza dal cuore d'oro ma a corto di risorse finanziare. Proprio per questo motivo deciderà di accettare l'offerta del magnate dei media Samuel Lambert (ve lo ro ricordate  vero?), di finanziare i suoi studi in Scozia svolgendo per suo conto alcune ricerche per una serie tv. Samuel o forse sarebbe meglio dire Samael, il Caduto, è un personaggio che mi attira molto fin dal libro precedente, intorno a lui c'è ancora quell'alone di mistero che non può che renderlo sempre più intrigante ai miei occhi (a questo proposito vi svelo che l'ultimo libro della saga, ossia il 5° sarà dedicato proprio a lui!).
Gabriele e Juliette dovranno affrontare diverse situazioni per avere il loro lieto fine, la nostra protagonista  dovrà fare i conti con la verità che la riguarda: la sua condizione di cherubina e i suoi nuovi poteri di guaritrice e di manipolatrice degli agenti atmosferici (che in più di un'occasione si riveleranno molto utili).
La storia è ricca d'azione, di sentimento e non mancano alcune scene piccanti. Ho molto apprezzato l'ambientazione tra castelli e rovine scozzesi e la presenza degli altri arcangeli e dei personaggi secondari che gli ruotano attorno. 
La lettura procede in maniera scorrevole, rallentata solamente nei vari capitoli incentrati sui cattivi della situazione (gli Adariani), un po' troppi per i miei gusti!!
Il finale invece mi ha proprio colpito... l'autrice ci lascia proprio sul più bello! Inutile dire che non vedo l'ora di leggere il terzo romanzo della serie, quello dedicato al mio personaggio preferito già dall'inizio: Azrael, l'Angelo della Morte. La sua storia promette molto, molto bene! Peccato che esca in USA a dicembre 2012 quindi probabilmente noi dovremo aspettare un po' per leggerla...

Voto: ★★★ e 1/2


venerdì 26 ottobre 2012

Recensione: "SHADOWHUNT​ERS. CITTA' DELLE ANIME PERDUTE" di Cassandra Clare


"SHADOWHUNT​ERS. 
CITTA' DELLE ANIME PERDUTE" 
di Cassandra Clare

La Trama:

Lilith, madre di tutti i demoni, è stata distrutta ma quando gli Shadowhunters arrivano a liberare Jace, che lei teneva prigioniero, scoprono che è scomparso, ed è sparito anche il figlio di Valentine, Sebastian. Un figlio determinato a riuscire dove il padre ha fallito e pronto a tutto per annientare gli Shadowhunters. Ben presto, Clary ritrova Jace ma scopre che non è più la persona di cui si era innamorata: in punto di morte Lilith lo ha legato per sempre a Sebastian, rendendolo un fedele servitore di Valentine. Purtroppo non è possibile uccidere uno, senza ferire anche l’altro. A chi spetterà il compito di preservare il futuro degli Shadowhunters, ora che Clary sprofonda in un’oscura furia che mira a scongiurare a ogni costo la morte di Jace? 



Quando Cassandra Clare ha deciso di proseguire la serie TMI confesso che inizialmente ero scettica. Avevo paura che diventasse un prolungamento inutile di una saga che mi aveva colpito profondamente. Dopo aver letto anche questo quinto romanzo sono più che felice che abbia deciso di proseguirla! 
Il libro scorre che è una meraviglia senza punti morti o lenti, ma con un susseguirsi di eventi ed attimi che tengono il lettore incollato alla lettura pagina dopo pagina. Se ci si stacca è solamente per il timore e per l'ansia di scoprire che cosa potrebbe mai capitare ai personaggi ai quali ci siamo oramai affezionati. Ed è proprio per questi sentimenti e sensazioni che Cassandra Clare mantiene vivi nel cuore del lettore, che la considero un'autrice maledettamente sadica e geniale.

In "Città delle Anime Perdute" c'è amore, azione, sofferenza, sangue e sacrificio. Il tutto intrecciato in maniera impeccabile. Nonostante al centro della storia ci siano Jace e Clary, l'autrice dedica molto spazio anche agli altri personaggi e alle loro relazioni e vite personali. Un punto di forza è come si stanno evolvendo le cose per molti di loro tra cui Simon-Isabelle e Maia-Jordan. Chi invece mi ha fatto particolarmente soffrire sono stati i miei amatissimi Malec (Magnus e Alec). Non aggiungo altro per non rovinare la lettura, ma ragazzi preparatevi psicologicamente ad affrontare alcune loro scene.

La nostra Clary, che troviamo in questo capitolo della saga, è una persona più matura e in un certo senso anche più "pazza" (ma a noi piace che sia così!), sta diventando una vera e propria shadowhunters e lo dimostra mettendo in gioco la sua stessa vita per salvare chi ama e chi non vuole perdere. Come non adorarla! Invece il nostro Jace è molto diverso dal Jace che conosciamo e che amiamo profondamente dall'inizio della saga. Sebastian si è rivelato il degno erede di Valentine! Insomma un cattivo con i fiocchi! Per un attimo è quasi riuscito ad ingannarmi e a farmi provare un pizzico di comprensione e compassione nei suoi confronti, ma il suo comportamento verso Clary mi ha completamente allontanato da quelle sensazioni. 
Questo penultimo capitolo della saga si conclude ahimè lasciando un sacco di questioni in sospeso (ma ormai ci siamo abituate... ), purtroppo però questa volta l'attesa sarà davvero tremenda! Due anni! Dico DUE ANNI per scoprire se avremo il nostro agognato "e vissero felici e contenti"…! Io ci spero... e voi? Non ci resta che avere pazienza... molta, molta pazienza.



Voto: ★★★★★


martedì 2 ottobre 2012

Recensione: "Un bacio dagli abissi" di Anne Greenwood Brown

"Un Bacio dagli Abissi" 
di Anne Greenwood Brown
(1° libro serie Lies Beneath)

La Trama:

Lily pensa che il suo nuovo amico Calder sia un ragazzo normale. Calder, però, nasconde un terribile segreto: fa parte di una stirpe di sirene e tritoni assassini, che vivono nei Grandi Laghi e si nutrono dell’energia degli esseri umani. Spinto dalle sue sorelle, il ragazzo esce dall’acqua per uccidere l’uomo responsabile della morte della loro madre. L’uomo è il padre di Lily e l’unico modo per avvicinarlo è sedurre sua figlia. Abituato ad ammaliare le ragazze con la sua faccia d’angelo, Calder scopre che Lily è molto speciale: si veste con abiti retrò, ha un volume di poesie da cui non si separa mai e, soprattutto, non cade subito ai suoi piedi, costringendolo a passare molte giornate insieme. E in queste giornate, proprio mentre Lily inizia a capire che le leggende dei laghi hanno un fondo di verità e le acque profonde potrebbero riservare pericoli mostruosi, Calder si innamora di lei 

La mia opinione


La prima cosa che mi ha attirato di questo romanzo è stata la trama. Le sirene sono creature mitologiche affascinanti e nell’ultimo periodo ho letto diversi libri con loro protagoniste e non me ne è dispiaciuto nessuno. Quando poi ho visto la copertina scelta dalla casa editrice mi sono convinta del tutto. Questa volta credo che la cover italiana abbia decisamente battuto quella originale! La particolarità di questo romanzo (che ho molto apprezzato), è che viene narrato dal punto di vista del protagonista maschile: Calder, un affascinante tritone. 

Le sirene di Anne Greenwood Brown sono creature marine assassine che si nutrono delle emozioni delle persone ed hanno una particolare propensione alla vendetta. Ma Calder è una sirena particolare, per lui c’è ancora speranza, lo si intuisce sin dalle prime pagine del romanzo e se ne diventa sempre più consapevoli man mano che il suo rapporto con la giovane Lily si approfondisce. Invece per le tre “sorelle” sirene di Calder , sembra non esserci un briciolo di speranza: sono loro le vere e proprie antagoniste della situazione.
Essendo uno young adult non sono presenti scene sensuali, ma ci sono comunque alcune scene romantiche e sentimentali.
Il romanzo è scorrevole, si legge in poco tempo e senza troppo impegno. L’autrice ci ha riservato alcuni colpi di scena (delle vere e proprie rivelazioni... ) soprattutto nella fase finale del libro, quindi non si può far altro che aspettare di leggere il seguito per sapere quale sarà il destino dei protagonisti..

Voto: ★★★ e 1/2




martedì 25 settembre 2012

Recensione "I sussurri della notte" di Jeaniene Frost


"I sussurri della notte" 
di Jeaniene Frost
(5° libro serie Night Huntress)

Dopo una lunga attesa finalmente è arrivato il nuovo capitolo della saga dedicata a Cat e Bones. Quanto mi erano mancati! 

"Non importa cosa succederà, non mi perderai mai" sussurrò. "Sono tuo per sempre, micetta, in questa vita e nella prossima."

In “I Sussurri della Notte” troviamo una Cat più matura e consapevole della sua nuova condizione di vampira particolare (vi ricordate la sua dieta fuori dal comune e le relative conseguenze, vero?) e sarà proprio la sua natura di mezza vampira a fare da capo espiatorio per i piani del capo dei ghoul Apollyon, il quale non vede l’ora di scatenare una spietata guerra tra la sua razza e i vampiri. 
Per evitare che ciò avvenga Cat e Bones si vedono costretti a verificare da che parte sta Marie (la regina voodoo dei ghoul di New Orleans) e chiedere il suo aiuto. La sua “collaborazione” avrà un risvolto alquanto interessante su Cat. 

Una buona parte della storia è dedicata alle ricerche di Apollyon, ciò nonostante il libro mantiene sempre un buon ritmo grazie sia ai dialoghi dei personaggi sempre carichi di umorismo e sarcasmo (a cui l’autrice ci ha abituato dall’inizio) e sia alle scene d’azione sempre presenti.
Come in ogni capitolo assisteremo ad alcune belle scene romantiche tra i nostri due amati Cat e Bones (sempre più innamorati), soprattutto nella seconda parte del libro. 
Per quanto riguarda i momenti erotici… vi ricordate il famoso capitolo 32? Bene, questa volta credo che a fine lettura vi ricorderete particolarmente del numero 21... ; ) 

A parte quello ci sono state due scene che mi hanno toccato particolarmente. La prima riguarda il momento in cui Cat finalmente distrugge tutte le sue “barriere invisibili” e viene allo scoperto con Bones (ve l’avevo detto che in questo libro sarebbe maturata!), mentre l’altra riguarda un particolare evento che mi ha molto rattristato (vi avviso, mi è scesa anche la lacrimuccia…) ma che non ha nulla a che vedere con la nostra coppia del cuore.

La presenza dei personaggi di contorno: Vlad, Mencheres, Spade, Denise, Kira e anche la vecchia squadra di Cat (alla quale si è aggiunta una “nuova recluta“ …) è sempre più che gradita. Ormai ai miei occhi sono come una grande famiglia allargata e mi dispiacerebbe non vedere qualcuno di loro in un libro (anche solo di passaggio). Mi piace come la Frost riesce sempre a intrecciare le vite di tutti senza forzature. La mia preferenza tra i personaggi secondari va ancora una volta a Vlad: più leggo di lui più accresce la mia voglia di leggere il suo libro! (Speriamo che venga pubblicato presto anche qui in Italia!).

Jeaniene Frost è riuscita ancora una volta a coinvolgermi completamente con un suo romanzo. Mi ha fatto sorridere, sognare, piangere e sperare. Cosa posso volere di più? Una cosa ci sarebbe… visto il finale... sperare di avere tra le mani al più presto possibile il prossimo capitolo della saga!

Voto: ★★★★★

N.B. Se non avete letto i due libri spin off potreste incorrere in qualche piccolo spoiler e/o non capire completamente i comportamenti di Mancheres e Spade con le rispettive compagne. Io vi consiglio di rimediare! ; )



giovedì 20 settembre 2012

Recensione: "Il giardino dei nuovi inizi" di Nora Roberts


"Il giardino dei nuovi inizi" 
di Nora Roberts
(1° libro trilogia "Inn BoonsBoro")


La Trama:
Lo storico albergo di Boonsboro, nel Maryland, ha visto succedersi guerre e momenti di pace, periodi prosperi e tempi difficili, ha cambiato gestione in diverse occasioni e si è persino vociferato che fosse infestato dai fantasmi. E ora nuovi cambiamenti sono in vista. Non solo perché i fratelli Montgomery e la loro eccentrica madre hanno deciso di ristrutturarlo; anche perché il nuovo progetto coinvolgerà le vite di molti. Un’ondata di sorprese travolgerà l’intera cittadina, e quando un tocco di rosa si affaccia all’orizzonte, portando una ventata di novità, nessuno dei tre fratelli verrà risparmiato. Ma c’è un altro progetto in cui Beckett Montgomery si è gettato a capofitto: fare innamorare la donna che sta aspettando di baciare da quando aveva quindici anni... 

La mia opinione

Con questo romanzo inizia la trilogia "Inn BoonsBoro" della nota autrice di romanzi rosa Nora Roberts. I protagonisti di questa serie sono i tre fratelli Montgomery: Beckett, Owen e Ryder, a ciascuno dei quali sarà dedicato uno dei libri.
I tre affascinanti fratelli insieme alla loro madre stanno ristrutturando e riportando in vita lo storico albergo di BoonsBoro (una piccola cittadina del Maryland). E proprio questo sarà lo scenario dove si svolgeranno le loro vicende amorose.
Questo primo romanzo è dedicato a Beckett e alla sua storia con la giovane vedova Clare. Beckett è innamorato di lei sin da quando erano ragazzi e non l'ha mai dimenticata. Clare, proprietaria del "Gira la pagina", la libreria della cittadina, si è sposata giovanissima con un militare dal quale ha avuto 3 figli, l'ultimo dei quali non ha nemmeno visto il padre. La vita di Clare è molto presa dai suoi ragazzi e le rimane ben poco tempo per se stessa. Ma quando l'amore chiama... 
A mio parere il libro inizia in maniera piuttosto lenta e noiosa: troppi dettagli sulla ristrutturazione e sui lavori in corso dell'hotel! Fortunatamente poi si riprende e la storia diventa carina e scorrevole ma nel complesso non mi ha particolarmente colpito. Durante la lettura ho avuto sempre l'impressione di qualcosa di già letto e ne ho capito subito anche il motivo: alcuni particolari sono troppo simili ad un altra serie della Roberts che avevo letto di recente "I Ribelli", con protagonisti i fratelli McKade. Anche in quel caso c'era un bed & breakfast di mezzo, dei lavori in corso ed anche il piccolo accenno di paranormal era lo stesso. Probabilmente se voi non avete letto entrambe le serie a distanza di così poco tempo, apprezzerete maggiormente questo romanzo, per me purtroppo non è stato così. In ogni caso le premesse per i prossimi due libri sono interessanti, visto che si può immaginare facilmente chi saranno le ragazze che ruberanno il cuore degli altri fratelli Montgomery. 

Voto: ★★★

martedì 18 settembre 2012

Recensione: "Lover Unleashed - Un amore irresistibile" di J.R. Ward

"Lover Unleashed - Un amore irresistibile" 
di J.R. Ward
(9° libro Confraternita del Pugnale Nero)

La Trama:
Payne, sorella gemella di Vishous, è fatta della stessa pasta oscura e seducente di suo fratello. Imprigionata per eoni dalla loro madre, la Vergine Scriba, finalmente si libera - solo per affrontare una ferita devastante. Manuel Manello, dottore in medicina, è scelto dalla Fratellanza per salvarla poichè solo lui può - ma quando il chirurgo umano e la vampira guerriera si incontrano, i loro due mondi collidono di fronte alla loro innegabile passione. Con così tante cose che complottano contro di loro, può l'amore provare di essere più forte che il diritto di nascita e la biologia che li separa?

La mia opinione

Siamo ormai arrivati al nono capitolo di questa saga urban fantasy - paranormal romance per adulti e J.R. Ward continua a stupirmi con i suoi intrecci. Come al solito appena l'ho avuto tra le mani non ho resistito e l'ho letto tutto d'un fiato. Staccarsi dai libri di questa autrice è sempre molto difficile.
Confesso che la coppia protagonista principale del libro, ovvero il Dr. Manuel Manello (medico umano ed ex collega di Jane) e Payne (sorella gemella di Vishous) non sono tra i miei personaggi preferiti (probabilmente perchè non abbiamo avuto modo di affezionarci a loro nel corso di vari libri come invece è stato per altri personaggi), ma nel complesso anche questo libro mi è piaciuto. Perché? Tanto per cominciare sembra quasi un secondo libro dedicato a Vishous, lui e la sua shellan Jane infatti devono affrontare alcuni scheletri nell'armadio e per loro non è un bel momento, fortunatamente però possono contare sull'amico e fratello Butch. Altro punto a favore sono i capitoli dedicati alla situazione tra Qhuinn e Blay, ormai siamo in molte a tifare per loro due! Finalmente Qhuinn riesce ad ammettere a se stesso (e anche a qualcun altro) i propri sentimenti verso il migliore amico ma siamo ancora lontani dal vederli felici e contenti (Qhuinn ogni tanto avrebbe proprio bisogno di una botta in testa... ma io lo amo lo stesso alla follia!).
Facciamo anche la conoscenza di Xcor, nuovo antagonista della confraternita ma visto il suo comportamento corretto alla fine del libro mi domando se sarà sempre dalla parte dei "cattivi".
Per quanto riguarda Manuel e Payne le scene romatiche e sensuali non mancano di certo, ma non sono ai livelli dei primi libri.
L'autrice anche questa volta non ci ha risparmiato qualche intreccio familiare... cara J.R. Ward sta diventando complicato stare dietro a tutte queste parentele!
Siete curiose di saperne di più? Ovviamente non vi resta che leggere il libro!

Voto: ★★★★

martedì 7 agosto 2012

"All'alba sarò tua" di Lisa Kleypas


"All'alba sarò tua"
di Lisa Kleypas
(2° libro serie Hathaway)


La Trama
Kev Merripen è innamorato di Winnifred Hathaway fin da ragazzino, quando è stato salvato e poi accolto dalla sua famiglia. Di origini rom e con un passato oscuro, Kev sa di non essere degno di lei, tuttavia un sentimento sempre più forte li lega l’uno all’altra. Finché, per i postumi di una malattia, Win deve lasciare l’Inghilterra per curarsi. Al suo ritorno, due anni dopo, trova Kev fortemente tormentato, ancora più determinato a tenerla a distanza e a reprimere il suo amore per lei. Ma quando un pretendente minaccia di portarla via per sempre, Kev si rende conto di essere pronto a tutto pur di non perdere la donna della sua vita, anche ad affrontare i ricordi e i segreti che ancora lo stanno angosciando…


La mia opinione

Gli Hathaway sono una famiglia particolare, fuori dal comune e mi piacciono proprio per questo. Non badano troppo alle formalità e ognuno di loro ha un carattere e uno spirito particolare.
Kev Merripen un rom forte e risoluto che non conosce le sue esatte origini e Winnifred Hathaway, una giovane donna che non ha avuto vita facile per colpa di una terribile malattia (che l'ha resa fragile e delicata), sono i protagonisti di questa bellissima storia romantica. Insieme non avranno vita facile, dovranno affrontare diverse peripezie e soprattutto Kev dovrà fare i conti con se stesso per raggiungere quella felicità che non crede di meritare.
In questo romanzo scopriamo anche la verità sulle origini di Kev e Cam (il protagonista del romanzo precedente e marito di Amelia) e a questo proposito posso dirvi che i miei sospetti sono stati confermati.
Anche questa volta Lisa Kleypas mi ha regalato un libro in grado di emozionarmi e far breccia nel mio cuore. Storia romantica di Kev e Win a parte (tutte le scene che li vedono protagonisti fanno sospirare!), una delle scene che ho preferito è stato il bel discorsetto che Leo fa a Merripen ad un punto cruciale del romanzo, sentire certe cose uscire dalla bocca di Leo (vi ricordate in che stato era nel romanzo precedente?), mi ha fatto molto piacere perché vuol dire che per lui c'è ancora speranza! Si inizia a capire anche chi sarà la probabile donna che riuscirà a rubargli il cuore... ovviamente la più improbabile che ci possa essere vista la sua reputazione di libertino!
Una lettura imperdibile per le fan della Kleypas! Impossibile iniziarlo e non finirlo nel giro di qualche ora, io non sono riuscita a staccarmi fino all'epilogo! 
E se ancora non avete iniziato questa serie vi consiglio di cercare "Fino a Mezzanotte" e lasciarvi trascinare nelle vicende degli Hathaway!

Voto: ★★★★★

mercoledì 25 luglio 2012

Recensione: "La Maledizione della Luna Nera" di Karen Marie Moning


La Maledizione della Luna Nera
di Karen Marie Moning
(3° libro serie Fever)

Siamo arrivati al terzo capitolo di questa serie urban fantasy per adulti e la storia si fa sempre più interessante ed enigmatica. Rispetto alla MacKayla dei primi libri ritroviamo una protagonista più coraggiosa e consapevole di quello che le sta succedendo intorno, anche se non le è ancora chiaro di chi può veramente fidarsi e di chi no. 
Essere l'unica in grado di poter sentire il tanto ricercato libro Sinsar Dubh (del quale si scopre qualcosa di interessante a riguardo), la porta ad essere ambita dall'enigmatico ed ombroso Gerico Barrons, dal principe Seelie V'Lane ma anche da altri personaggi... 
Non mancano scene con una forte carica sensuale tra Mac e V'Lane e Mac e Barrons. Mentre il primo cerca in tutti i modi di attrarla con il suo fascino da dio del sesso (anche se i suoi modi sono diventati più gentili, quasi romantici), l'affascinante e imperscrutabile Barrons riesce sempre ad interrompere le scene che li vedono protagonisti sul più bello. E' lui il mio personaggio preferito e non ho intenzione di perdere le speranze, so che prima o poi si scioglierà in qualche modo... almeno lo spero! Barrons cerca sempre di tenere le distanze da Mac ma si capisce bene che gli costa fatica, è solo questione di tempo. Non so voi ma io ho una mia teoria su chi /cosa sia in realtà Gerico e in questo libro i miei sospetti sono cresciuti. Potrei sbagliarmi ma mi piace troppo fare supposizioni mentre leggo questo genere di libri e indovinare la verità su di lui, è una delle cose che maggiormente aspetto di scoprire. 
L'ambientazione è sempre ben delineata, la Moning non si risparmia nelle descrizioni accurate degli scenari di questa Dublino dark in cui si svolge la storia. 
L'azione, gli interrogativi, le rivelazioni e la carica sensuale sono ben mescolati.
Il finale che l'autrice ha scelto per questo terzo libro mi ha lasciato a bocca aperta... mi ha proprio sconvolta e amareggiata! Sicuramente nel prossimo capitolo della saga vedremo una MacKayla completamente diversa che dovrà fare i conti con quello che le è successo alla fine del libro.
Visto questo cliffhanger spero che il seguito esca prestissimo!

Voto: ★★★★

martedì 24 luglio 2012

Pensiero su "Cinquanta Sfumature di Rosso" di E.L.James



"Cinquanta Sfumature di Rosso" 
di E.L.James
libro 3

Sono contenta che questa trilogia abbia avuto un bel finale al gusto di vaniglia! "Cinquanta Sfumature di Rosso" mi ha fatto sognare, sperare, ridere e anche commuovere. Mi ha tenuta con il fiato sospeso fino alla fine e proprio per questo l'ho letto tutto di seguito! C'è un po' di tutto in questo capitolo conclusivo della serie, compresa una parte suspance che nei primi mancava. E ovviamente ci sono tante scene erotiche ma anche stavolta non ne ho trovata nessuna volgare o pesante. E poi.... Puntino! Lo sospettavo e l'ho sperato e sono stata accontentata! Se volete sapere di cosa parlo leggete il libro e scopritelo! ; ) E dopo l'epilogo due extra davvero imperdibili per le Fifty shades addicted: l'incontro di Christian e Ana scritto dal punto di vista di Mr. Grey e  il primo Natale di Christian in famiglia!

martedì 17 luglio 2012

Recensione: "La città delle tenebre" di Ilona Andrews

"La città delle tenebre" 
di Ilona Andrews
(1° libro serie Kate Daniels) 

La Trama:
Le chiamano «ondate di magia». Quando si abbattono sulla città di Atlanta, tutti gli strumenti tecnologici smettono all’improvviso di funzionare e le creature della notte riacquistano i loro poteri soprannaturali: durante quel periodo, sono i mercenari della magia gli unici in grado di arginare la violenza e di proteggere la popolazione inerme. Naturalmente solo dietro adeguato compenso. Per Kate Daniels, non è quindi una sorpresa ricevere la visita di Ghastek, il temibile capo dei vampiri. Lo è invece la notizia che lui le riferisce: Greg Feldman, mentore e amico della giovane mercenaria, è stato assassinato, insieme con una delle creature al servizio del Padrone dei Morti. Sconvolta, Kate decide subito d’indagare e, in breve tempo, i suoi sospetti si concentrano su un membro della comunità dei mutaforma di Atlanta, da sempre in lotta contro Ghastek e i suoi servi. Trascinata in un’oscura rete d’intrighi e tradimenti, Kate dovrà quindi fare appello a tutto il suo coraggio, se vorrà vendicare la morte di Greg e scongiurare la sanguinosa guerra che sta per scoppiare tra vampiri e mutaforma, una guerra che rischia di distruggere l’intera città…


La mia opinione

 Anche in Italia è finalmente arrivata la nota serie con protagonista Kate Daniels. Ne ho sentito parlare svariate volte in rete e viste le buone recensioni ho deciso di iniziarla. Si tratta di un urban fantasy puro, ambientato in una Altlanta popolata da maghi, mutaforma e vampiri, che non corrispondono alle creature affascinanti e sensuali a cui siamo abituate leggentdo il paranormal romance.
Dopo un inizio lento e un po' confusionario il libro si riprende abbastanza bene fortunatamente.
La protagonista è Kate Daniels, una mercenaria della magia, ragazza tosta, coraggiosa e anche molto ironica sulla quale non abbiamo ancora scoperto tutto. Credo che Ilona Andrews abbia qualche sorpresa in serbo per noi lettori nei prossimi capitoli.
La storia prende il via con la morte del tutore di Kate, scomparsa sulla quale la ragazza sarà fortemente decisa ad indagare e fare chiarezza. In questo primo capitolo la parte investigativa e di azione è predominante, tra l'altro la nostra protagonista dovrà cercare di evitare lo scoppio di una guerra tra vampiri e mutaforma. Personaggio molto intrigante, che mi ha colpito da subito è Curran, il signore delle Belve. Sembra che nemmeno Kate Daniels sia indifferente alla sua presenza. Purtroppo però in questo primo romanzo la parte romance è solamente un accenno lontano, possiamo supporre e sperare ma per il momento nella vita della mercenaria c'è ben altro con cui fare i conti. Nel complesso il libro mi è piaciuto anche se non mi ha particolarmente coinvolto. In ogni caso come spesso capita, il primo romanzo è molto introduttivo quindi aspetto di leggere il prossimo per farmi un'idea più precisa, visto che ho letto vari commenti su siti americani dove dicono che dal secondo in poi la storia si fa decisamente più bella e interessante.

Voto: ★★★

mercoledì 4 luglio 2012

Pensieri su "Cinquanta Sfumature di Nero" di E.L.James


Ciao a tutte,
negli ultimi giorni mi è capitato di leggere ovunque, facebook, twitter, blog e siti vari, commenti e critiche sulla serie "Cinquanta Sfumature" di E. L. James (di cui sono usciti nell'ultimo mese i primi due libri).
Ovviamente ci sono stati sia commenti positivi che commenti negativi, come è giusto che sia per ogni cosa e argomento (ognuno ha i propri gusti per fortuna!). Quello che proprio mi ha lasciato basita è stato il voler a tutti i costi denigrare un caso editoriale come questo!. Sono del parere che "Cinquanta Sfumature" sia una seria che piace o non piace ed ognuno è libero di dire la sua a riguardo, ma quando si scende nel ridicolo e si iniziano a leggere frasette offensive verso chi l'ha adorata allora c'è qualcosa che non va. Se a me un certo libro non piace, una volta finito dico cosa non mi è piaciuto in tono rispettoso e poi passo ad altro senza perdere inutilmente tempo a sputargli sopra e sparare sentenze verso chi l'ha letto. Cosi' mi chiedo: "ma la gente non ha proprio più niente da fare nella vita che offendere e criticare?" Forse per la crisi, o forse sarà per il caldo afoso di questi giorni che si perde qualche rotella... Sta di fatto che ho letto in giro per il web alcune cose che veramente mi hanno fatto diventare i capelli bianchi.
Detto questo ci tengo a precisare con tutti voi lettori di questo blog che IO nelle mie recensioni e commenti, non mi permetterò mai di offendere nessuno per ciò che legge e che gli piace. Mi piacerebbe molto che anche altri facessero lo stesso ma sarebbe un'utopia!

Dopo questo piccolo sfogo / chiarimento ecco il mio pensiero su Cinquanta Sfumature di Nero".

"Cinquanta sfumature di nero" mi è piaciuto ancora di più del libro precedente. E' molto più sentimentale e dolce nonostante la parte erotica (che non scende mai nel volgare!) sia ampiamente presente.
Veniamo a conoscenza degli aspetti tristi del passato di Christian Grey, il quale in seguito a quanto accaduto nel finale del primo libro prenderà una strada per lui sconosciuta. E questa sua decisione ovviamente mi ha portato ad apprezzarlo ancora di più. Confermo quello che avevo scritto nella mia recensione sul primo, non è solo un erotico, non c'è solo sesso, io ci ho trovato molto di più: una bella storia d'amore, che mi ha colpita e intrigata a tal punto da non vedere l'ora di leggere il capitolo conclusivo e sperare nell'happy ending!

Voto: ★★★★★

martedì 3 luglio 2012

Recensione: "Estasi Eterna" di Larissa Ione

"Estasi Eterna" 
di Larissa Ione
(4° libro serie Demonica)

Continua la serie Demonica di Larissa Ione e con questo quarto capitolo approfondiamo la conoscenza di Lore, il fratello di Eidolon, Shade e Wraith già visti nel capitolo precedente.
Essendo Lore il protagonista centrale del libro, scopriamo la sua storia: come è diventato un killer e per quale motivo è costretto ad esserlo. Perché Lore non è veramente cattivo come può sembrare. A questo proposito facciamo anche la conoscenza di Sin, l'unico Seminus femmina esistente, sorella di Lore e quindi anche dell'altro terzetto di demoni medici che tanto ci piacciono. Sin è la vera rivelazione di questo libro. Avete presente il carattere e il temperamento di Wraith? Ecco lei è la sua versione femminile, impossibile non prenderla in simpatia! E già si intravedono le basi per il prossimo libro, quello dedicato a lei e Conall, altro personaggio intrigante.
Ma torniamo a Lore, dopotutto si tratta del libro dedicato a lui e Idess. Lore è un demone seminus solitario, ha alcuni particolari "doni": uccidere chi lo tocca alla mano destra, con il sesso e resuscitare i morti. Ma pare che a parte i fratelli anche qualcun altro sia immune al suo tocco assassino. Al destino ovviamente piace giocare e non poteva che scegliere come anima gemella, per un demone killer come lui, niente di meno che un Memitim (un angelo in attesa di ascendere al Paradiso). Ma Idess non ha il temperamento del classico angelo quindi ne vedrete delle belle. La loro storia purtroppo inizia con il piede sbagliato, poichè Idess ha il compito di proteggere chi invece Lore ha il compito di uccidere! E questo scatenerà le reazioni dei fratelli seminus che arriverano anche a scontrarsi tra di loro. Eh già, ci saranno alcuni problemi familiari all'UG...
Mi è piaciuta molto la storia tra Lore e Idess, le accoppiate angeli e demoni sono sempre (o quasi) interessanti.  Come la Ione ci ha ormai abituate le scene hot sono molto presenti, ma anche quelle sentimentali non mancano.
Libro molto scorrevole, soprattutto visti anche i diversi intrecci e le tante scoperte.
I presupposti per il prossimo libro, quello di Sin, sono molto buoni quindi non vedo l'ora di leggerlo!

Voto: ★★★★

mercoledì 27 giugno 2012

Recensione "Il Libro di Jade" di Lena Valenti

"Il libro di Jade" 
di Lena Valenti
(1° libro serie Vanir)

"L'amore non c'entra niente col tempo: quando arriva, arriva, e non importa che si conosca una persona da cinque anni o soltanto da un semplice scambio di sguardi. Perché l'amore è così potente da sfuggire al controllo del tempo, semplicemente perché non può essere misurato in alcun modo."

Che cosa ha di speciale questo paranormal romance che ha riscosso tanto successo in Spagna? Tutti quei dettagli che a noi amanti di questo genere piacciono tanto: personaggi affascinanti e seducenti, animi tormentati, tensione sessuale, colpi di scena e rivelazioni inaspettate che ci tengono con il fiato in sospeso fino all’ultima pagina.
L'universo creato da Lena Valenti ha come protagoniste due razze immortali, Vanir e Berserker, entrambe create dagli Dei con lo scopo di proteggere gli umani da vampiri e lupoidi. Due razze che nonostante i rapporti ostili in essere tra loro dovranno unire le proprie forze contro il vero nemico.
Come fa un Vanir a vivere in eterno senza perdere la ragione? Trovando la propria anima gemella, essere accettato e ricambiato da leiMa il carattere autoritario, geloso, possessivo e iperprotettivo dei Vanir non è facile da accettare.
Caleb, coraggioso leader dei Vanir è più che mai deciso a smascherare l'organizzazione che ha causato tante sofferenze alla sua gente usandoli, tra l'altro, come cavie da laboratorio per le proprie ricerche. E chi colpire se non lo scienziato pazzo a capo dell'organizzazione e la figlia Eileen (o forse sarebbe meglio chiamarla Aileen... capirete leggendo! ) responsabile delle relazioni esterne? Caleb commetterà però un grave errore nei contronti della ragazza, poiché Aileen è completamente all'oscuro di tutti i malefatti del padre con il quale non ha neppure un rapporto. Il Vanir ne pagherà ampiamente le conseguenze soprattutto quando capirà che la ragazza è destinata a diventare la sua anima gemella. L'attrazione e la tensione sessuale tra i due ci accompagna per tutta la lettura in un sali e scendi di forti emozioni che lasciano con il fiato in sospeso. Aileen è una protagonista forte e coraggiosa, perfettamente in grado di tener testa a chiunque e per lei perdonare e accettare un uomo come Caleb sarà una bella sfida. Attorno ad Aileen girano i principali colpi di scena e rivelazioni inaspettate. Perchè tutto il suo mondo e la sua vita verrà messa in discussione dopo il ritrovamento del famoso libro di Jade. Chi è Jade?! Questo non ve lo dico proprio! Sarebbe uno spoilerone e non voglio assolutamente rovinarvi la lettura di questo libro così emozionante.
Nel romanzo facciamo la conoscenza anche di altri interessanti personaggi Vanir, Berserker e umani amici dei due protagonisti principali e si iniziano ad individuare anche i feeling tra alcuni di loro che vedremo svilupparsi nei prossimi libri (sono andata a sbirciare le trame dei successivi capitoli della saga e ne ho avuto la conferma...).
La scrittura di Lena Valenti è scorrevole, mai noiosa o lenta nonostante le quasi 600 pagine di questo librone. Una volta iniziato non sono riuscita a staccarmi fino alla fine! Assolutamente consigliato a chi ama il genere e adora storie romantiche, sexy e paranormali come quelle create da Lara Adrian, J.R. Ward e company.
"Il libro di Jade" è stata proprio una bellissima lettura e mi ha conquistata subito! Adesso aspetto con ansia il prossimo libro della saga... sperando che esca molto presto!

Voto: ★★★★★

martedì 26 giugno 2012

Recensione: "Bleeding Love" di Alyxandra Harvey

"Bleeding Love" 
di Alyxandra Harvey

Con "Bleeding Love" inizia la saga urban fantasy YA Drake Chronicles. I Drake sono una famiglia particolare di vampiri, nascono umani e subiscono la trasformazione al compimento del 16° anno di età. Solange, é l'unica femmina della famiglia tra otto fratelli e una profezia sembra volerla come futura regina. Questo ovviamente provocherà un susseguirsi di ammiratori per la ragazza e niente di meno che le ire della attuale regina alias Lady Natasha, che ovviamente proverà a togliersela di mezzo. Ma i guai non sono finiti perché la famiglia Drake dovrà vedersela anche con i cacciatori di vampiri, tra i quali il giovane Kieran Black deciso a vendicarsi degli assassini del padre. Tra il lui e la bella Solange, ormai vicinissima al proprio 16° compleanno, inizierà a crearsi un particolare feeling che immagino si svilupperà poi nei romanzi successivi (soprattutto visto il finale!). Ma la parte romantica non finisce qui. La migliore amica di Solange, Lucy, una ragazza umana a conoscenza del segreto e dei fatti dei Drake sin da bambina, si ritroverà inaspettatamente coinvolta con Nicholas, il fratello Drake che l'ha sempre "torturata" e presa in giro sin da bambini. Lucy e Nicolas sono i personaggi che ho maggiormente apprezzato in questo primo libro della serie soprattutto per la loro ironia e simpatia. Inoltre Lucy è molto presente poichè il libro alterna capitoli scritti dal punto di vista di Solange al suo. Nonostante le interessanti premesse la lettura non è stata particolarmente coinvolgente ed appassionante. Sembra tutto succedere un po' troppo in fretta, ma tutto sommato l'ho trovato una lettura carina e leggera. Probabilmente l'ideale sotto l'ombrellone se non si cerca nulla di impegnativo.

Voto: ★★★

giovedì 21 giugno 2012

Recensione: "Shadowhunters - Le Origini. Il Principe" di Cassandra Clare

"Shadowhunters - Le Origini. Il Principe"
di Cassandra Clare
(2° libro serie The Infernal Devices)

Anche questa volta la Clare ha fatto centro nel mio cuore! Mi sono affezionata subito alla serie "The Mortal Instruments" e non ho potuto evitare di fare lo stesso anche con questa serie prequel. Già il precedente libro "L'Angelo" mi era piaciuto, ma questo è ancora meglio.
"Il Principe" é un libro ricco di colpi di scena, ambientazioni ben descritte e personaggi che per la loro storia e particolare caratterizzazione lasciano un' impronta indelebile nel cuore del lettore.
Il tringolo che già si era iniziato ad individuare nel libro precedente, viene ben sviluppato e prende anche una certa piega inaspettata (avrei strozzato la giovane Tessa!). Per molti lettori forse sarà difficile prendere le parti di uno dei due pretendenti: il riservato, distaccato ed affascinante Will o il dolce e gentile Jem? A riguardo io ho le idee chiare sin dall'inizio, spero solo che nel terzo libro Tessa non spezzi ancora di più il cuore di qualcuno, anche se per il momento quello spezzato è il suo... (e il nostro!)
Sempre parlando del triangolo, sembra quasi un parallelo della serie con protagonisti Clary, Jace e Simon nonostante le storie e le caratteristiche dei protagonisti siano molto diverse.
Tessa, come Clary, viene subito attratta da Will (il Jace della situazione) ma per una serie di circostanze e anche per cercare di toglierselo dalla testa, si ritrova poi a confondere forti sentimenti d'affetto ed amicizia, perchè è questo che secondo me prova Tessa per James (il Simon della situazione) nonostante la scelta da lei fatta.
Seppur io provi una forte simpatia per Jem (la storia della sua malattia e morte imminente è molto toccante), il mio cuore è stato completamente rubato da Willsoprattutto dopo aver scoperto la verità su di lui e sulle motivazioni che l'hanno spinto a comportarsi male con chiunque gli dimostrasse un po' di affetto. Quando leggerete quella parte sono sicura che ve ne innamorerete definitivamente anche voi.
Questioni sentimentali a parte, il gruppo di Shadowhunters e Tessa sono alle prese con le ricerche su Mortmain e le sue macchine, soprattutto per aiutare Charlotte a mantenere le redini dell'Istituto di Londra poiché Lightwood sta cercando di spodestarla e prendere il potere. E a questo proposito ci saranno dei colpi di scena interessanti.
Adesso però mi domando... come si fa ad aspettare un anno per sapere come andrà a finire? Con quel finale scioccante e in sospeso la Clare ci gode a lasciare sempre noi lettori a bocca aperta! Ma forse è anche per quello che ci piace tanto..

Voto: ★★★★ e 1/2

mercoledì 20 giugno 2012

Recensione: "Cinquanta sfumature di Grigio" di E.L. James

"Cinquanta sfumature di Grigio"
di E.L. James
(1° libro trilogia Fifty Shades)

Ho sentito molto parlare di questo libro in rete e la mia curiosità come sempre ha avuto la meglio e così eccomi qui a dire la mia.
I ben informati già sapranno che il libro é nato come una fanfiction per adulti di Twilight. Direi che nelle prime cento pagine del libro il paragone é ben evidente. Lei Anastasia Steele é la Bella Swan della situazione: goffa, inesperta, intelligente e senza una buona percezione di se stessa. Lui mister cinquanta sfumature alias Christian Grey é giovane, bello, ricchissimo da far schifo e con qualche scheletro nell'armadio.
Uno scambio di battute in particolare mi ha ricordato l'inizio della storia tra Edward e Bella: avete presente quando lui le dice che dovrebbe stargli alla larga? E poi che non riesce a starle lontano neanche un attimo e lei risponde: "Allora non farlo"?
Ecco questo succede anche in "cinquanta sfumature di Grigio", ma invece di scoprire che il suo bello é un vampiro Ana scopre invece che Grey é un... Dominatore! E allora la storia prende una piega alquanto interessante e bollente. Molto, molto bollente. Sin dal primo incontro tra i due si avverte una certa elettricità nell'aria, l'attrazione é alle stelle e questo non può che portare a qualcosa di più... soprattutto da parte di Anastasia. E sarà proprio questo "qualcosa di più" e questa forte attrazione a spingere Ana a cercare di superare lo shock iniziale della vista della "stanza dei giochi" di Mr. Grey, provando ad accettare e capire quello che Grey le chiede di fare. Perchè quello a quanto pare é l'unico modo per lui di provare il massimo del piacere stando con una donna.
Ma anche per Christian ci saranno una serie di interessanti "prime volte" all'orizzonte. E queste nuove esperienze e il comportamento protettivo di lui non potranno che farci sperare in qualcosa di più romantico anche da parte sua.
Le scene piccanti ricoprono la parte predominante del libro ma non si tratta solo di sesso. Sotto c'è  qualcosa di più profondocome gli scheletri nell'armadio di Christian che hanno a che fare con la sua infanzia prima che venisse adottato. Personalmente non ho trovato nemmeno volgari le scene bollenti, l'autrice ha ben descritto giochetti vari e scene sadomaso senza andare particolarmente sul pesante. Mi é già capitato di leggere romanzi erotici e le volgarità utilizzate anche solo per la terminologia, erano la parte che mi disturbava maggiormente. Durante la lettura di "Cinquanta sfumature di grigio" ciò non mi é successo.
Anastasia Steele con la sua intelligenza, inesperienza e ironia é un personaggio che si prende facilmente in simpatia e con la quale ci si può anche facilmente immedesimare. Quanto a Mr. Grey mi ha colpito e intrigato da subito. Oltre ad essere bellissimo, é magnetico e tormentato e non vedo l'ora di scoprire qualcosa di più su di lui e sul suo triste passato.
Cosa può averlo spinto a voler certe cose? Quale tenebra cela la sua anima? Questa è la cosa che prima di tutto sono curiosa di leggere nei prossimi libri.
E poi ovviamente spero anche in un lieto finale per questa interessante coppia!
Sesso e attrazione mi vanno benissimo, ma se accompagnati da una giusta dose di sentimenti.
Lo consiglio? Direi di si, l'ho trovato una lettura piacevole e scorrevole. Una volta iniziato non sono riuscita a metterlo da parte... dovevo arrivare alla fine! Il risultato? L'ho letto in meno di un giorno!

Voto: ★★★★ e 1/2

mercoledì 13 giugno 2012

Recensione: "RED LOVE" di Kady Cross


"RED LOVE. Rosso come il sangue, freddo come l'acciaio"
di Kady Cross
(1° libro Steampunk Chronicles)

Sono stata attirata per prima cosa dalla bellissima cover di questo libro e così non ho resistito, dovevo leggerlo! Inoltre gli steampunk non mi dispiacciono affatto e l'ho scoperto grazie a Vampire Empire e Soulless.
Il romanzo è ambientato nella Londra vittoriana del 1897 e la protagonista principale è Finley Jayne, una sedicenne con un lato oscuro (avete presente Dr. Jackil e Mr. Hide?).
Finley sembra apparentemente una ragazza normale ma quando si trova in situazioni critiche e pericolose il suo "alterego" esce allo scoperto dandole una forza sovraumana. 
Proprio in seguito ad uno di questi momenti la ragazza "inciampa" in Griffin King, giovane Duca di Greythone, che viene subito attirato da lei e dalla sua particolarità. 
Griffin insieme alla sua fidata combriccola é alla ricerca del Macchinista, uno spietato manovratore di automi che sta seminando numerose vittime in città, attraverso le macchine. Il suo obiettivo - tra gli altri- è sostituire la regina con una delle sue creazioni. In poco tempo Finley si ritrova così coinvolta nella combriccola investigativa di Griffin e grazie a lui scoprirà anche la verità su se stessa e sulle sue origini.
I personaggi di questo libro sono molto interessanti, il mio preferito è senza dubbio Griffin: sempre pronto ad aiutare e difendere i suoi amici che considera come la sua famiglia. La stessa Finley ne è fortemente attratta, mentre il suo lato oscuro simpatizza per Jack Dandy, un poco raccomandato personaggio coinvolto persino in qualche crimine (in poche parole il bad boy della situazione!).
Ma questo non è l'unico triangolo amoroso... Emily, altro personaggio che adoro, nonché il genio del gruppo, è contesa tra Sam, ragazzo mezzo uomo e mezza macchina (di cui scoprirete la storia leggendo) e il misterioso cowboy americano Jasper.
Questo libro ha davvero un bel potenziale, i personaggi sono molto interessanti, ben caratterizzati e non mancano certo le scene d'azione ma... c'è qualcosa che non mi ha pienamente convinta. Forse alcuni punti noiosi...
In ogni caso se il genere steampunk vi piace il mio consiglio è leggerlo, io credo proprio che continuerò la serie perchè voglio vedere come si evolveranno le cose! E poi visto il cliffhanger finale sono proprio curiosa di scoprire cosa si sarà inventata l'autrice!

Voto: ★★★ e 1/2

martedì 12 giugno 2012

Recensione: "Destined" di P.C. e Kristin Cast


"Destined" 
di P.C. e Kristin Cast

Con Destined siamo ormai arrivati al 9° libro della saga urban fantasy YA "La Casa delle Notte", praticamente alla pari con la pubblicazione americana. Infatti il 10° libro, "Hidden" è previsto a ottobre 2012 in USA.
Cosa dire di questo ultimo capitolo? Io mi aspettavo qualcosa di più! Destined mi è sembrato un libro transitorio dove non succede molto se non verso i capitoli finali
Come sempre le Cast difficilmente annoiano, soprattutto grazie ai dialoghi divertenti ed ironici
Tra i "vecchi" protagonisti per me la migliore rimane Afrodite. Senza di lei non sarebbe la stessa cosa! Anche nei momenti peggiori e dolorosi riesce a dare il meglio di se' e far sorridere il lettore.
Tra i nuovi personaggi arriva alla Casa della Notte Aurox. Vi ricordate il guerrierio tirapiedi creato da Neferet alla fine del romanzo precedente? Sì, proprio lui. Chi o che cosa sia esattamente lui non lo sa, a parte il fatto che è stato creato per servire la perfida Neferet e rispettare ogni suo ordine. Ma sarà davvero questo quello che farà? Lo scoprirete leggendo. Aurox non è l'unica new entry, in Destined faremo anche la conoscenza di Shaylin, una nuova studentessa, segnata niente di meno che dall'affascinante e neo rintracciatore Erik. Eh già, finalmente un po' di Erik! Non so a voi ma a me mancava la sua presenza nella storia! 
E tra le novità anche la scelta di alternare i capitoli scritti dal punto di vista di diversi personaggi, non solo i principali ma anche altri che hanno fino ad ora avuto un ruolo marginale. Nonostante questo, rimane sempre la sensazione che manchi un po' di sostanza! Sembra un tentativo di riempire le pagine per arrivare al 12° e ultimo capitolo.

Tirando un po' le somme il libro non mi è dispiaciuto, ci sono diversi aspetti interessanti, molto più emotivi e relazionali (chi si lascia e chi si ritrova... e non parlo di coppie!) piuttosto che focalizzati su fatti essenziali all'evolversi della storia
Speravo però in qualcosa di più avvincente. Arrivati ormai al 9° libro non si può far altro che aspettare il 10° sperando che sia con i fiocchi! Ormai siamo verso le battute finali della serie... mie care Cast non deludeteci!

Voto: ★★★ e 1/2