giovedì 29 dicembre 2011

Recensione: "Promessa di Sangue" di Richelle Mead

Doppia Recensione: 
"Promessa di Sangue" di Richelle Mead
4° capitolo della serie YA Vampire Academy.


La Trama:
Il recente attacco degli Strigoi all'Accademia ha sconvolto il mondo dei vampiri, decimati dalla terribile battaglia e dall'ancor più atroce ratto dei sopravvissuti. La damphir Rose si trova ora a un difficile bivio: rimanere al fianco di Lissa e proteggerla, o lanciarsi all'inseguimento dell'amato Dimitri, per tentare di liberarlo dall'incantesimo che gli ha corrotto l'anima? Il cuore dice Dimitri, ma Rose sa che se l'impresa non avrà successo, dovrà trovare la forza necessaria a ucciderlo.




Attenzione Spoiler per chi non ha letto i libri precedenti!

Promessa di Sangue è stata la mia lettura di Santo Stefano... E che lettura! 
Il libro mi ha coinvolta totalmente dall'inizio alla fine. 
Chi ha letto i capitoli precedenti sa benissimo come era finito male (quante lacrime da me versate!!!) il terzo libro della saga, Dimitri era stato trasformato in uno Strigoi e Rose aveva deciso di lasciare l'accademia e di partire alla sua ricerca per rispettare la promessa che si erano fatti a vicenda. La prima parte del libro è stata secondo me la più triste, mi sono immedesimata facilmente in Rose, e ho provato dolore insieme a lei. Rose infatti parte per la Russia, la terra natale del suo amato, dove spera di trovare Dimitri e portare cosi' a termine la sua missione personale. In questa terra lontana farà la conoscenza di una giovane Alchimista e della famiglia Belikov ancora all'oscuro della "morte" di Dimitri. Toccherà ad una distrutta e depressa Rose il triste compito di dare la terribile notizia alla famiglia del suo amato. Un altro personaggio conosciuto da Rose in Russia che mi ha incuriosita da subito è stato il Moroi Abe Mazur, il quale proverà a sbarazzarsi della giovane dhampir e rispedirla immediatamente in America. Ho avuto quasi da subito una supposizione su questo individuo e i miei sospetti hanno avuto conferma a fine libro... (Chi di voi l'ha già letto sa di cosa parlo... ma l'avevate immaginato? Io si e la cosa mi è piaciuta!). Dall'altra parte del mondo invece, Lissa inizia a perdere la ragione... si comporta come una pazza ribelle, soprattutto in seguito a dei nuovi arrivati all'accademia, e questo avrà delle conseguenze spiacevoli. Rose e Lissa non si sentiranno proprio per gran parte del libro (anche se Rose le farà spesso qualche visitina grazie alla sua capacità da "baciata dalla tenebra") ma sarà grazie al suo aiuto a distanza che Lissa riuscirà a recuperare il senno.
Verso metà libro, quando meno se lo aspetta, Rose si ritroverà davanti un Dimitri Strigoi e la sua esitazione la farà cadere sua prigioniera... ma non sarà una prigionia tanto terribile...
Con l'entrata in scena di Dimitri tutto diventerà più bello, sentimentale e passionale, e Rose si troverà costretta a prendere una difficile decisione...
Lissa e Rose si ritroveranno? Rose riuscirà a portare a termine la sua missione? Per Dimitri sarà veramente la fine?
Scoprirete tutto leggendo questo bellissimo capitolo della saga, ricco di colpi di scena e misteri svelati... e con una bella dose di amore e romanticismo! Assolutamente un libro e una saga consigliata! 

Voto: ★★★★★


mercoledì 28 dicembre 2011

Recensione "Shadowhunters.Città degli Angeli Caduti" di Cassandra Clare


"Shadowhunters. Città degli Angeli Caduti" di Cassandra Clare è il 4° libro della serie urban fantasy YA "The Mortal Instruments".


La Trama:
La guerra è conclusa e la sedicenne Clary Fray è tornata a casa, a New York, piena di aspettative. Sta seguendo l’addestramento per diventare Shadowhunter a tutti gli effetti e poter usare il suo straordinario potere. Sua madre sta per sposare l’amore della sua vita. Nascosti e Cacciatori sono finalmente in pace. Ma, soprattutto, Clary può dire al mondo che Jace è il suo ragazzo. Ma nella vita ogni cosa ha un prezzo. C’è qualcuno che si diverte a uccidere gli Shadowhunters, e ciò causa fra Nascosti e Cacciatori tensioni che potrebbero portare a una seconda, sanguinosa guerra. Simon, il migliore amico di Clary, non può aiutarla. È troppo preso a gestirsi i suoi casini. Sua madre ha scoperto che è un vampiro e l’ha buttato fuori di casa. Ovunque vada trova qualcuno che cerca di tirarlo dalla propria parte – lui e il poter della maledizione che gli sta distruggendo la vita. E come se non bastasse, Simon esce con due ragazze bellissime e pericolose, nessuna delle quali sa dell’altra. Quando Jace si allontana da lei senza darle spiegazioni, Clary si trova costretta a penetrare nel cuore di un mistero la cui soluzione porta alla luce il suo incubo peggiore: è stata lei, senza volerlo, a mettere in moto una terribile catena di eventi che potrebbe farle perdere tutto ciò che ama. Jace compreso.


Attenzione: Spoiler per chi non ha letto i libri precedenti


Anche questo 4° capitolo della serie mi è piaciuto, ma ad essere completamente sincera, c’è stata qualcosina che me l’ha fatto amare un pochino meno dei precedenti, anche se devo ancora capire cosa. 
Libro dedicato in gran parte a Simon (il migliore amico di Clary, diventato ormai un vampiro diurno), il quale si ritroverà a fare i conti con alcuni misteri e con diverse relazioni sentimentali. Ormai archiviata l’infatuazione per Clary, Simon se la dovrà vedere con ben due ragazze: la lupa mannara Maia e la bellissima shodowhunters nephilim Isabelle (e qui Simon mi ha inizialmente un po' deluso..). Dall’altro lato ritroviamo la coppia che tutti noi fan della saga amiamo, quella formata da Clary e Jace. Se pensavate che dopo “Città di Vetro” i due innamorati potessero vivere felici e contenti, vi sbagliavate (purtroppo!!). Jace spaventato dagli incubi/visioni su Clary e da se stesso, proverà ad allontanarsi dalla sua amata... ma l’amore è più forte di qualsiasi cosa e restare lontani sarà difficile. Come se non bastasse, Clary scoprirà di aver innescato una serie di eventi che non porteranno nulla di buono nelle loro vite.
Nuovi personaggi arriveranno a intrecciarsi nelle vicende dei protagonisti: l' inquilino di Simon, che si rivelerà essere qualcuno di già nominato nel libro precedente; la vampira Camille (conosciuta nel prequel “Le Origini. L’Angelo” ), decisa a riprendersi il posto di Regina di New York ed infine Lilith, la regina/madre dei demoni. 
Un libro ricco di eventi e misteri che vi terranno incollati fino alla fine. E sembrerebbe anche esserci una conclusione (almeno provvisoria), se non fosse per quelle ultime paginette che rimettono tutto in discussione, lasciandoci a bocca aperta nell’attesa del prossimo capitolo!

Voto: ★★★★

martedì 13 dicembre 2011

Recensione: "Il Vampiro delle Highland" di Kerrelyn Sparks

"Il Vampiro delle Highland" è il 3° libro della serie urban fantasy "Love at Stakes" di Kerrelyn Sparks e seguito di "Vampiri e The Ciy".

La Trama
Angus MacKay è un non-morto da quasi cinquecento anni e non gli accade spesso che qualcosa, o qualcuno, lo sorprenda. Questo fino a quando non incontra Emma Wallace. La vista di questa splendida agente della squadra d'elite Stake-Out della CIA è sufficiente a fermarlo di botto. Solo che poi scopre che si tratta di un uccisore di Vampiri, decisa ad uccidere i "mostri" che hanno ucciso i suoi genitori. E la missione di Angus è fermarla. L'unico vampiro buono è un vampiro morto. Questo è il motto di Emma da quando ha consacrato la sua vita alla distruzione di quelle "cose". Ora Angus MacKay vuole dissuaderla. Certo, lui è un guerriero delle Highland molto sexy che sembra uscito dalla copertina di un romanzo d'amore, completo di stivali, kilt e spada, ma è anche uno di "loro". E la missione di Emma è ucciderlo. La guerra ha inizio, ma come finirà? con la distruzione di uno di loro, di entrambi... o con la loro totale resa a una passione che durerà secoli?

La mia opinione

In questo capitolo i protagonisti centrali sono due: Angus ed Emma. Lui è lo scozzese Angus, un potente ed affascinante vampiro “buono”, perennemente vestito con il suo adorato kilt (guai chiamarla gonnellina!).
Lei è Emma, una donna mortale che al momento si diletta a fare le veci di Buffy l’ammazzavampiri al Central Park di New York (e ci riesce anche bene!), spinta da un sentimento di vendetta nei confronti di tutti i vampiri responsabili della morte della sua famiglia.
Quando al bel vampiro scozzese viene affidato il compito di fermare la cacciatrice che sta operando a Central Park, in modo da evitare lo scoppio di una guerra tra vampiri (ma anche per salvarle la pelle), scopre che la persona in questione è una splendida mortale e non può non restarne completamente ammaliato...così come lei rimane subito folgorata dall’aspetto e dai modi dell’uomo in kilt. Nonostante Angus non le confessi immediatamente di essere un vampiro, la sveglia e furba Emma non tarda a scoprirne la vera natura. E per lei accettare l’aiuto di un non-morto e soprattutto fidarsi di lui non sarà certo facile... Angus riuscirà a farle capire che esistono due tipi di vampiri, ovvero gli Inappagati (vampiri cattivi) e i vampiri buoni che non attaccano gli umani ma che sopravvivono bevendo del sangue sintetico? Riusciranno a scoprire qualcosa sulla morte della famiglia di Emma?
Ovviamente lo scoprirete leggendo!
Vi anticipo anche, che nel corso del libro faranno la loro apparizione alcuni personaggi dei libri precedenti...
Un libro in cui battute ironiche e divertenti, momenti piccanti ma anche romantici e scene d’azione, sono ben mescolate tra loro. 

Voto: ★★★

giovedì 1 dicembre 2011

Recensione "Promessi Vampiri the Dark Side" di Beth Fantaskey

"Promessi Vampiri the Dark Side"
di Beth Fantaskey

All'inizio del libro troviamo "The Wedding", i capitoli dedicati al tanto atteso matrimonio tra Lucius e Antanasia, che noi fan della serie, abbiamo potuto già leggere sul blog della casa editrice alcuni mesi fa.

La Trama
Dopo un matrimonio da favola, Jessica ora si aggira in uno spettrale castello immerso nelle nebbie dei Carpazi e sta cercando di adattarsi al difficile ruolo di principessa. 
Per amore di Lucius ha cambiato paese, abitudini alimentari – da vegana convinta ora si nutre di sangue – e anche il suo nome: adesso è Antanasia Dragomir Vladescu, futura regina dei vampiri. Ma i malefici parenti stanno tramando un complotto per impedire l’ascesa al trono della giovane coppia. Lucius viene ingiustamente recluso nelle segrete del castello e Jessica-Antanasia deve affrontare con coraggio gli oscuri nemici per difendere il suo amore e il suo regno. Jessica però non è sola, può contare sull’aiuto di due validi e quanto mai improbabili paladini: la sua migliore amica Mindy, armata di asciugacapelli, e l’affascinante Raniero, 
l’unico vampiro abbronzato della storia della narrativa.

La mia opinione

Jessica / Antanasia finalmente ha coronato il suo sogno d'amore sposando l'affascinante principe vampiro Lucius Vladescu.
Dopo il matrimonio, la nostra principessa vampira, si ritrova però a fare i conti con un mondo completamente diverso da quello dove ha sempre vissuto fino a quel momento. 
Mentre nel primo libro era Lucius a doversi inserire in un contesto umano e moderno, in questo libro tocca alla ragazza cercare di integrarsi con il suo nuovo popolo vampiresco, in una terra lontana.
All'inizio Antanasia non riesce a fare a meno di sentirsi a disagio e a compiere così delle gaffe in presenza dei vampiri Anziani del Consiglio, si sente demoralizzata e si chiede se sarà mai in grado di diventare una forte regina vampira (ai livelli della sua vera madre). Ma in quel regno dove le distruzioni sono all'ordine del giorno, non è per niente facile, le le persone che le stanno intorno potrebbero non essere proprio degne di fiducia... 
In seguito ad un omicidio, che sembra apparentemente essere stato commesso da Lucius e per il quale, come da legge, verrà condannato alla reclusione, Antanasia dovrà in ogni modo combattere la sua incertezza e le sue paure, trovando il modo di scoprire il vero colpevole e salvare così la vita del marito. In tutto questo non sarà completamente sola, infatti potrà contare almeno su due persone: Raniero, il vampiro surfista e abbronzato nonchè testimone dello sposo e Mindy, la migliore amica di sempre, arrivata in Romania, per stare vicina all'amica, proprio nel momento meno opportuno . Oltre ad Antanasia e Lucius, nel libro, molti capitoli sono dedicati a Mindy e a Raniero, due personaggi che credo adorerete da subito come me. Avrete modo di conoscere il passato oscuro del vampiro surfista e anche di scoprire che cosa è successo al matrimonio (e oltre...), tra i due amici degli sposi. 
Chi ha cercato di incolpare Lucius e impedirgli così l'ascesa al trono? Antanasia riuscirà a prendere le redini della situazione e a smascherare il vero colpevole, dimostrando di essere una degna regina? Non vi resta che leggere il libro per scoprire come si evolverà la storia e sperare nel lieto fine!
Ho trovato nel complesso il libro molto carino e scorrevole. Direi un buon seguito del primo che già mi era piaciuto. Solo una cosa... ho capito subito chi era il vero colpevole! E voi?!

Voto: ★★★★

mercoledì 23 novembre 2011

Recensione "Cuore Nero" di Amabile Giusti

Cuore Nero di Amabile Giusti è un urban fantasy young adults ma personalmente lo consiglierei a chiunque.

La protagonista è Giulia, 17enne di Palmi, tosta, schietta e ironica che non si può non prendere subito in simpatia.
La ragazza ha una cotta (anche se definirla cotta è un po' riduttivo...) per l'affascinante compagno Max, visto da tutti come il classico rubacuori della scuola. Ma le apparenze ingannano e la nostra Giulietta (come spesso la chiama lui) scoprirà che Max non è quello che fa credere di essere. Una sera durante una passeggiata con il fedele cagnolino, Giulia conosce il misterioso Victor, trasferitosi a Palmi con la madre e la sorella nella tetra villa dell'Agave. In seguito a quell'incontro Max irrompe sempre di più nella vita di Giulia corteggiandola e cercando di metterla in guardia da Victor ma senza rivelarle nulla di più. Gli eventi che seguiranno porteranno Giulia a scoprire la verità sui due ragazzi e si troverà coinvolta in una lotta tra vampiri e cacciatori...

Nella prima parte del libro l'autrice è veramente brava a depistare il lettore. Se pensate che l'incontro con Victor sia l'inizio di una qualche specie di triangolo amoroso vi avverto subito che non è così. E ne sono stata più che felice (i triangoli non mi sono mai piaciuti!). Giulia ama Max e Max soltanto. Non ne ha mai alcun dubbio per tutto l'arco della storia. All'inizio prova a scacciarlo dalla sua testa, anzi dal suo cuore, ma è una causa persa.


"Ti aspetto più tardi. Tengo la finestra aperta. Se non mi ami non venire. Ma se vieni, sarai mio prigioniero per sempre"

Max è il mio preferito, un ragazzo complesso e a volte brusco ma che ha le sue ragioni. I dialoghi e le battutine ironiche tra lui e Giulia sono uno dei punti forti della storia.
Victor è un personaggio misterioso e a mio avviso un po' ambiguo che a volte si comporta da amico ma che nasconde un segreto. Nel libro sono presenti diversi altri personaggi che hanno tutti la loro parte ben definita, la famiglia di Giulia, la sua migliore amica, la famiglia di Max e quella di Victor.
Il libro è diviso in 4 parti, più si prosegue con la lettura più vengono svelati misteri e segreti. L'ultima parte è sicuramente quella con più scene d'azione e colpi di scena inaspettati.
I vampiri di Amabile Giusti hanno un cuore nero, così come è nero il loro sangue e si disintegrano alla luce del sole (anche se uno di questi è in grado di uscire di giorno ma per un particolare motivo). Sono creature immortali che però possono "ammalarsi" e morire.

Mi è piaciuto molto lo stile di scrittura dell'autrice, semplice, scorrevole e moderno. Nonostante il libro abbia più di 500 pagine l'ho letteralmente divorato. Staccarsi era difficile, i personaggi e la loro storia mi è rimasta particolarmente nel cuore così come quel finale inaspettato che oltre a commuovermi mi ha lasciato con un po' di amaro in bocca.

Cuore Nero è un libro autoconclusivo ma spero che Amabile Giusti accolga le numerose richieste (che ho avuto modo di leggere nel web) delle sue lettrici e voglia mettere su carta il seguito di questo bel romanzo che consiglio assolutamente di leggere.



Voto: ★★★★★



venerdì 18 novembre 2011

Recensione "Crepuscolo Cremisi" di Jeaniene Frost

"Crepuscolo cremisi
di Jeaniene Frost
(spin-off della serie di Cat e Bones)

 I protagonisti di questo libro sono il vampiro Spade (amico di Bones) e Denise (la migliore amica di Cat). 

La Trama:
Denise MacGregor, la migliore amica umana di Cat, si ritrova nel giro di poco tempo a dover affrontare il lutto di due cugini e una zia morti apparentemente d’infarto. Dietro a quelle inspiegabili tragedie si cela in realtà la mano spietata di un demone mutaforma, Raum, il cui scopo è riprendersi un antenato MacGregor sfuggito alle sue grinfie dopo avergli venduto l’anima. La ragazza ripiomba così, suo malgrado, nel mondo dei non-morti iniziando una lunga ed estenuante ricerca del lontano parente Nathanial, per liberare sé stessa e il resto della famiglia dalla morsa demoniaca. Ad aiutarla c’è Spade, il vampiro dandy con l’aria da bel tenebroso che ha in comune con lei solo un torbido passato. I due, da sempre attratti l’uno dall’altra nonostante la loro profonda diversità, si lasciano travolgere da una grande passione che tuttavia potrebbe rivelarsi sempre più letale. Nei continui spostamenti tra gli Stati Uniti e l’Europa, Spade e Denise incontrano vecchi amici pronti a sostenerli – Ian, Crispin e la stessa Cat –, ma anche farabutti immischiati in loschi traffici di droga contro cui lotteranno fino allo stremo delle forze. Perché alla prima goccia di sangue tutto può succedere, e la battaglia tra mortali e morti viventi avrà inizio…

Le schede di Spade e Denise

Nome: Barone Charles DeMortimer
Soprannome: Spade
Genere: Vampiro
Età: 30 anni quando è stato trasformato. In Crepuscolo Cremisi Spade dice a Denise che deve compiere 257 anni.
Descrizione Fisica: è molto attranete, capelli scuri che arrivano alle spalle, occhi color ambra scura, 5 cm più alto di Bones.
Storia: Spade alias Charles DeMortimer è di origine nobile. Ha incontrato Bones, Ian e Timothy sulla nave di detenuti diretta alla colonia penale del Nuovo Galles del Sud nel 1788. 
Dopo la trasformazione Spade e Bones diventano migliori amici. Il suo passato si scoprirà leggendo Crepuscolo Cremisi...


Nome: Denise MacGregor 
Età: 27 anni (in Crepuscolo Cremisi)
Genere: umana
Descrizione fisica: capelli color mogano e occhi nocciola. Profuma di miele e gelsomino... (almeno così pensa Spade più volte)
Storia: Denise è la migliore amica umana di Cat. Sposata con Randy fino al libro "L'Odore della Notte". Al loro matrimonio Cat era stata la damigella d’onore e Bones testimone dello sposo. Purtroppo Randy viene ucciso dagli zombi durante la battaglia nel quarto libro della serie. Dopo il triste episodio Denise inizia a soffrire di attacchi di panico a causa di stress post traumatico e si allontana dal mondo dei non morti compresa la sua amica Cat. In Crepuscolo Cremisi però Denise si troverà nuovamente coinvolta nell'universo degli immortali...


La mia opinione



Il romanzo ha inizio un anno dopo la fine del quarto libro delle serie Night Huntress: "L'Odore della Notte". In Crepuscolo Cremisi troviamo una Denise spaventata, schiacciata dai sensi di colpa per non aver impedito a Randy di aiutare gli altri e con un disturbo post traumatico da stress. Come se non bastasse la ragazza, per colpa di un un suo antenato (un certo Nathaniel che nemmeno conosce), che non ha prestato fede ad un patto con un demone, si trova immischiata in una faccenda di immortali. Per evitare una strage dei suoi familiari e anche per provare a salvare la propria vita, Denise si vede costretta a chiedere aiuto a qualcuno che possa affrontare una situazione simile. Purtroppo negli ultimi mesi si è allontanata da quella vita e anche dalla sua migliore amica Cat; quando si rende conto di non aver più nessun numero funzionante dell'amica e di Bones, chi le resta da poter contattare in una simile situazione? Ovviamente l'affascinante vampiro Spade, l'unico ad aver mantenuto lo stesso recapito. Galeotta fu quella chiamata perché Denise e Spade si troveranno così fianco a fianco in questa avventura, che li porterà ad avvicinarsi l'uno all'altra e a provare un'attrazione sempre più intensa (nonostante i vari tentativi per tenersi a distanza). 
Nel corso della storia, ma non subito, faranno capolino anche i nostri amatissimi Cat & Bones e il loro aiuto sarà più che gradito. Altro personaggio degno di nota e citazione è Ianci saranno un paio di scene con lui che vi faranno morire dal ridere; in questo libro l'ho proprio preso in simpatia e non vedo l'ora che la Frost ne scriva un altro, con lui protagonista.
In Crepuscolo cremisi troverete la giusta dose di azione, romanticismo e passione.
Il primo volume della serie Night Huntress World, ha pienamente soddisfatto le mie aspettative. Jeaniene Frost ha scritto un bellissimo libro, che coinvolge a tal punto che si legge tutto d'un fiato. 
Assolutamente consigliato.


Voto: ★★★★★


martedì 15 novembre 2011

Recensione "Awakened" di P.C. e Kristin Cast

"Awakened" di P.C. e Kristin Cast è l'ottavo volume della serie urban fantasy YA pubblicata dalla Nord editore.

All’inizio di Awakened ritroviamo una Zoey svuotata, una ragazza con il cuore spezzato che vuole solo ritrovare la pace e la felicità che ormai sembra un sogno irraggiungibile. La tanto agognata pace sembra trovarla sull’isola di Skye insieme al suo Guardiano e Guerriero Stark, così invece che far subito ritorno a Tulsa, come tutti si aspettano, i due ragazzi decidono di fermarsi lì per un po’, almeno finchè Zoey non si sentirà nuovamente pronta per affrontare il male. Sull’isola, Stark e Zoey si sentono sempre più legati l’uno all’altra e il loro rapporto (finalmente!) verrà approfondito (e forse è la volta buona che la nostra Zoey prenderà una scelta definitiva, almeno spero!). Nel frattempo a Tulsa Neferet (la falsità fatta a persona), fa ritorno alla Casa della Notte proprio mentre si compie una tragica morte (che oltre a tragica è assolutamente inaspettata...) e Stevie Rae non ha alcun dubbio che la responsabile sia lei; ma dimostrarlo non è facile, ha bisogno dell’aiuto di Zoey e di tutti gli altri suoi amici, perchè restare uniti è la migliore arma contro il male e anche contro il dolore che li ha colpiti da vicino. Come se non bastasse la Rossa, ha anche altri problemi: Rephaim, il raven moker con la quale è legata da un imprinting (ma anche da un forte sentimento...), non può restare un segreto per sempre... ma quando si scoprirà la verità su loro due, come reagiranno gli amici? E Rephaim cosa sceglierà... ??? Il padre Kalona al quale ha sempre obbedito, oppure deciderà di seguire la Luce? Ogni scelta ovviamente avrà le proprie conseguenze... 

Questo libro mi ha coinvolta di più rispetto al precedente. In alcune parti mi ha anche commosso (non dico quali perchè sarebbero degli enormi Spoiler!). Lo stile di scrittura è come i precedenti, scorrevole, diretto e ricco di battutine dei protagonisti.  Siamo ormai arrivati all’ottavo volume di questa lunga saga e le Cast riescono ancora a sorprendermi con i loro colpi di scena e risvolti inaspettati. Visto come hanno concluso Awakened ci sono tutte le basi per un interessante seguito...

Voto: ★★★★

mercoledì 2 novembre 2011

<a href="http://www.bloglovin.com/blog/11597515/?claim=eymeq79wna2">Follow my blog with Bloglovin</a>

mercoledì 19 ottobre 2011

Recensione "Nightshade" di Andrea Cremer

L'eroina di questa trilogia urban fantasy young adults di Andrea Cremer è Calla Tor, giovane e tosta ragazza-lupo alfa del branco dei Nightshade
Attenzione però, Calla non è una lupa mannara ma un Guardiano (come tutti i membri della sua specie), ossia i protettori dei Custodi (potenti maghi che dovrebbero essere i buoni...), nella lotta contro i Cercatori (che dovrebbero essere i cattivi...).
Il compito dei Guardiani è quello di proteggere i Custodi e i loro "luoghi sacri", il loro, dovrebbe essere un rapporto basato sulla collaborazione, ma è palese da subito, che invece si tratta più che altro di servilismo. E tutto per cosa? Per avere in cambio una vita agiata ed essere mantenuti economicamente. Almeno così sembrerebbe...
La diciassettene Calla, è destinata dalla nascita a Ren Larochemaschio alfa di un branco vicino, i Bane, e la loro unione dovrebbe avvenire al diciottesimo compleanno, con lo scopo di formare un terzo branco. Ren rispecchia il classico maschio alfa: irresistibile, popolare e in grado di prendere le redini in qualsiasi situazione.
Tutto sembra doversi svolgere così come è sempre stato programmato, ma l'incontro inaspettato di Calla con un umano, Shay Doran, inizierà a far vacillare le convinzioni (e il cuore) della ragazza lupo sulla sua vita. Insieme i due giovani scopriranno delle cose interessanti riguardanti i Custodi, i Cercatori e anche sullo stesso Shay, che proprio un semplice ragazzo non è.
Sullo sfondo delle ricerche di Calla, si sviluppa un intenso triangolo amoroso: Ren - Calla – Shay; prendere una decisione sarà difficile sia per la protagonista che per il lettore, infatti, entrambi i ragazzi hanno le caratteristiche per entrare subito nelle simpatie e nel cuore di chi legge. 
Accanto ai personaggi principali, troviamo i compagni e amici di branco dei due giovani alfa, anche loro avranno la loro parte nella storia e correranno diversi rischi sia per motivi personali, che sentimentali. 
Ho trovato il libro originale, ricco di scene di azione e di sentimenti. Scritto in maniera scorrevole e mai lenta, con un susseguirsi di fatti che portano al finale ricco di suspance
Chi sono veramente i Custodi? Calla avrà preso la scelta giusta?
Spero che con un cliffhanger come questo con cui si è concluso il libro, la casa editrice non ci faccia aspettare troppo per poter leggere il seguito... 
Il romanzo mi ha conquistata, assolutamente una lettura consigliata! Soprattutto se vi piacciono i lupi.

Voto: ★★★★

martedì 18 ottobre 2011

Recensione "I Diari delle Tenebre. Il Bacio della Notte" di Joss Ware alias Colleen Gleason

"I Diari delle Tenebre. Il Bacio della Notte" è il secondo capitolo della serie post apocalittica "The Envy Chronicles" scritta dell'amatissima autrice di urban fantasy per adulti Joss Ware alias Colleen Gleason già conosciuta per la saga The Gardella Vampire Chronicles.


Il Cambiamento, ossia una serie di terremoti, incendi e situazioni climatiche estreme, aveva devastato la civiltà e spazzato via la maggior parte della razza umana del ventunesimo secolo.
Dopo 50 anni da allora, sono rimasti pochissimi insediamenti umani, tra cui il più importate Envy, luogo dove una volta sorgeva Las Vegas.
Dal disastro, i pochi umani sopravvissuti, avevano dovuto fare i conti anche con alti: creature notturne paragonabili a zombie chiamati ganga e gli Stranieri ossia esseri umani resi immortali da alcuni particolari cristalli incastonati nella pelle e principali artefici del Cambiamento.
Non si sa in quale modo, 5 uomini che avevano vissuto all'epoca del cataclisma, si sono risvegliati indenni da una grotta a Sedona in Arizona, con lo stesso aspetto che avevano 50 anni prima ma con un particolare potere in più.
Protagonisti principali di questo secondo capitolo sono: Simon Japp, uno dei 5 sopravvissuti, dal passato oscuro e violento, risvegliatosi con il potere di rendersi invisibile e Sage Corrigandonna bellissima che passa la maggior parte del tempo in sala computer, dando così il suo contributo nella lotta contro gli Stranieri.
Cercando di trovare informazioni su Remington Truth (personaggio di cui veniamo a conoscenza nel primo libro), Simon e Sage, devono partire in missione insieme fingendosi sposati, per recarsi nella comunità da cui originariamente proveniva Sage. Questa condizione del tutto necessaria (scoprirete leggendo la particolarità di questo ambiguo insediamento), metterà a dura prova la capacità di controllo e i sentimenti di entrambi.
L'attrazione tra i due sarà inevitabile, ma dovranno fare i conti anche con qualcun altro: Sage con i sentimenti del suo migliore amico Theo verso di lei e Simon, avrà un incontro inaspettato proveniente dal passato.
Questo secondo capitolo della saga, mi ha coinvolto molto più del primo. In parte probabilmente è dovuto al fatto che il primo romanzo era molto introduttivo, in parte perchè mi è particolarmente piaciuta tutta la storia di Simon e Sage.
Le scoperte fatte nel corso della storia e il colpo di scena finale, non fanno che aumentare il mio interesse nel leggere anche il capitolo successivo, che spero non tardi ad arrivare nelle nostre librerie.

Voto: ★★★★

martedì 4 ottobre 2011

Recensione: "Sono nel tuo Sogno" di Isabel Abedi


Parlarvi di questo libro senza cadere in qualche piccolo spoiler è difficile. 
Chi ha letto l'anteprima di "Sono nel tuo sogno" sapeva già che questo young adults è caratterizzato dalla presenza di angeli, ma non poteva immaginarsi che già quello era uno spoiler, poichè uno dei punti cruciali del romanzo, è proprio scoprire con chi la protagonista Rebecca ha a che fare.

Becky è una sedicenne con una situazione familiare particolare: vive ad Amburgo con la madre psicologa lesbica (strano per uno YA...) e la sua compagna, mentre il padre, il migliore amico della madre, vive a Los Angeles con la nuova famiglia.
Nella prima parte del romanzo la ragazza incontra Lucian, un ragazzo misterioso che non ha ricordi del suo passato, tanto da non sapere nemmeno, almeno inizialmente, il suo nome. 
Lui sembra sempre trovarsi negli stessi posti dove c'è lei e tra i due scatta subito una forte attrazione. 
Quando Becky e Lucian sono vicini , sentono la presenza l'uno dell'altra e quando sono lontani, sentono come se gli mancasse qualcosa. 
Il mistero si infittisce quando Lucian inizia e continua a fare degli strani sogni, che vedono la nostra protagonista sia nel passato che nel futuro. Proprio durante uno di questi sogni, scoprirà che Rebecca morirà! . L'evolversi della storia porterà la madre di Rebecca a prendere una drastica decisione, ovvero spedire la figlia a Los Angeles dal padre.
Quello che nessuno può sapere è che questa separazione forzata, avrà delle conseguenze molto dolorose.

Tra tutti i romanzi con protagonisti gli angeli, questo spicca di originalità, poichè gli angeli come ce li descrive Isabel Abedi sono completamente diversi dal solito
Quando nasce un umano, nasce anche un "accompagnatore" che resta con lui dalla nascita fino alla morte, non hanno alcun potere, semplicemente esistono. 
L'unica cosa che non devono fare è dubitare e provare emozioni umane... ma a volte questo accade e che cosa succede lo scoprirete leggendo...

Una lettura piacevole e toccante, in certe parti commovente e triste, con protagonista un amore impossibile. 
Consigliato sia ad un pubblico young ma anche adults prettamente femminile.

Voto: ★★★ e 1/2

lunedì 3 ottobre 2011

Recensione: "L'Odore della Notte" di Jeaniene Frost


"L'Odore della Notte" 
di Jeaniene Frost
(Night Huntress #4)

La Trama
La Mietitrice Rossa Cat Crawfield e il suo amato non-morto Bones decidono di meritare una vacanza, dopo tutti gli anni di duro lavoro passati a combattere contro i succhiasangue. 
Ma i loro progetti sulla romanticissima Parigi vengono ben presto minacciati. Cat comincia ad avere terribili incubi notturni, 
in cui un vampiro sconosciuto di nome Gregor la reclama come sua di diritto, perché secondo lui Cat l'ha sposato prima ancora di unirsi in matrimonio con Bones. 
La pretende a tutti i costi e non si fermerà finché non avrà raggiunto il suo obiettivo; tra l'altro Gregor è un vampiro pericoloso, ancora più potente di Bones. 
E lo scontro sarà inevitabile.


"Vorrei che le persone ci lasciassero semplicemente in pace" dissi. "Ricordi quando eravamo noi due soli in una grande caverna buia? Chi lo sapeva che sarebbe stato il periodo meno complicato delle nostre vite?" 
(Cat)


La mia opinione

Questa serie non perde un colpo! Anche questo quarto volume, come i precedenti, mi ha lasciato totalmente soddisfatta. 
Jeaniene Frost si riconferma a mio parere un "fenomeno" del genere urban fantasy. E' difficile riuscire a iniziare un suo libro e staccarsi fino alla fine. Io proprio non ce l'ho fatta! 
Cosa c'è in questo capitolo di Cat &amp; Bones? Praticamente tutto! Ricco di colpi di scena e risvolti inaspettati, azione, un pizzico di sarcasmo (la nostra Mietitrice Rossa non cambierà mai!), 
gelosie, un susseguirsi di emozioni e qualche scena piccante (anche se meno rispetto ai primi due libri). Preparatevi psicologicamente fan della coppia Cat &amp; Bones perchè il loro rapporto in questo libro verrà messo a dura prova... (a me son serviti i fazzolettini!) ma non perdete le speranze!
La cerchia di personaggi che gira intorno ai nostri protagonisti è degna di nota, Mencheres, Spade, Vlad conosciuti in precedenza, sono molto presenti e hanno un ruolo importante nell'evolversi della storia (Non vedo l'ora di leggere anche i libri spin off a loro dedicati). Tra le new entry principali ci sono un simpatico fantasma di nome Fabien che verrà "adottato" da Cat e Bones e che avrà il suo ruolo all'interno dell'intreccio del romanzo e il cattivo della situazione, ovvero Gregor, chiamato anche il Rubasogni per via del suo potere di intrufolarsi nei sogni delle persone e rapirle attraverso essi, il quale tenterà in tutti i modi di riprendersi Cat. Un punto di svolta importante nella vita di Cat che sicuramente vedrà i maggiori risvolti nei prossimi libri della serie riguarda la sua natura e le particolari novità che ne conseguiranno..

Assolutamente consigliato. Vi avviso però, questa serie crea dipendenza!


Voto: ★★★★★



lunedì 12 settembre 2011

Recensione "Blue" di Kerstin Gier


"Blue"
di Kerstin Gier
(Trilogia delle gemme #2)



È la dodicesima viaggiatrice
Si muove nel pericolo
Combatte per amore


La protagonista, Gwendolyn, è la dodicesima viaggiatrice ovvero una dei dodici gene portatori che viaggiano nel tempo. 


Appartengono a questa stretta cerchia, in linea di sangue, alcuni membri femminili della famiglia Montrose, di cui Gwen fa parte e alcuni membri maschili della famiglia De Villiers
Colui e colei che eredita questo "dono", è costretto a periodici salti temporali che possono essere controllati tramite un cronografo, senza il quale capiterebbero di sorpresa e in qualsiasi momento. 
In Red abbiamo scoperto che contro ogni aspettativa, la dodicesima viaggiatrice è Gwen e non Charlotte, la glaciale, "perfettina" e gelosa cugina che tutti elogiano tanto. La nostra sedicenne protagonista si ritrova così, da un momento all'altro e senza aspettarselo, a saltare qua e là nel tempo e ad essere messa perennemente a confronto con Charlotte.
Durante i viaggi temporali, Gwendolyn  è affiancata dall'affascinante Gideon De Villiers, inizialmente  distaccato nei suoi confronti ma alla fine di Red sembra cambiare. Le parole che le sussurra e il bacio che si scambiano nel finale sembra dimostrarlo.
Blue riparte proprio con il ritorno dei due ragazzi al presente, durante il fatidico bacio. 
Sin dall'inizio la missione dei ragazzi è quella di recuperare una goccia di sangue da tutti i viaggiatori del tempo passati, per inserirla nel cronografo in modo da avere il totale controllo sui viaggi temporali. All'appello manca il sangue di Paul De Villiers e Lucy Montrose: i due viaggiatori (veri genitori di Gwendolyn),  scappati nel passato con il primo cronografo, in modo da impedire un loro ritorno nel presente. 
Fanno capolino in Blue alcuni nuovi personaggi : Xemerius, il fantasma del demone-gargoyle dal muso di gatto che diventa da subito un fedele amico e alleato per Gwen (l'unica in grado di vederlo), un personaggio ironico e divertente che il lettore non può che prendere subito in simpatia;  Raphael, il fratello minore di Gideon,  il quale svilupperà da subito un certo interesse e feeling con Leslie, l'amica di Gwen e unica sua confidente. Leslie è l'unica persona a conoscenza del segreto di Gwen, ovvero il "potere" di vedere i fantasmi e anche in questo capitolo della serie la aiuterà con le sue ricerche.
Durante uno dei suoi viaggi nel passato, la protagonista farà la conoscenza del nonno da giovane e insieme cercheranno di scoprire la verità sul motivo che ha spinto Lucy e Paul a fuggire con il cronografo.
Sarà difficile per Gwen capire di chi può veramente fidarsi e di chi no... i cambiamenti di umore di Gideon, il comportamento dei guardiani del tempo, il terribile conte di St. Germain...
Misteri, segreti e verità da scoprire saranno al centro di Blue e ovviamente non mancherà una buona dose di romanticismo
La lettura del libro mi ha totalmente coinvolto, la Gier ha uno stile intrigante e scorrevole che cattura il lettore. Il finale decisamente in sospeso e con ancora tanti punti interrogativi, vi farà desiderare di avere tra le mani Green, il terzo e ultimo capitolo della serie, al più presto.



Curiosità / Spoiler:
Qualcuno di voi ha provato a risolvere il codice a fine libro per cercare di scoprire cosa si nasconde a casa Montrose? 
Se volete scoprirne il significato leggete di seguito altrimenti fermatevi qui.

Per risolverlo bisogna seguire il metodo che spiega Leslie nel libro a pagina 202: "il primo numero è sempre la pagina, il secondo la riga, il terzo la parola, il quarto la lettera..." 
Il risultato? Pare sia CRONOGRAFO. Interessante vero?

Voto: ★★★★ e 1/2




giovedì 1 settembre 2011

Recensione "Appuntamento al Buio" di Rachel Caine

“Appuntamento al Buio” 
di Rachel Caine
(4° libro “I Vampiri di Morganville”)


Tutto ha inizio con l’inaspettato arrivo in città di Bishop, antico e potente vampiro padre di Amelie, la fondatrice di Morganville. 
I genitori di Claire si trasferiscono in città e vogliono che lei vada a vivere con loro. Solo in seguito al loro arrivo scopriraranno i terribili segreti di Morganville e si pentiranno amaramente di aver mandato la loro amata figlia in quel luogo. Nel frattempo Jason Rosser, il fratello di Eve, si rifà vivo e tramite Claire cerca di contattare la sorella. Sembra cambiato ma è facile sbagliarsi.
In onore dell’arrivo di Bishop viene organizzata una festa in maschera per giurare al potente vampiro eterna fedeltà. Alla festa è possibile partecipare solo su invito e ogni vampiro di Morganville porta con se un mortale. Ysandre, affascinante e crudele vampira arrivata in città con Bishop, mette subito gli occhi su Shane e lo costringe a partecipare alla festa come suo accompagnatore, scatenando la gelosia di Claire, che nel frattempo continua insieme a Myrnin, i suoi studi sulla malattia dei vampiri. Riusciranno Claire e Myrnin a trovare una cura? Per quale motivo Bishop è tornato? Che cosa vuole veramente? 
Tutto si scoprirà e sarà soltanto l’inizio della vera e propria battaglia…


Questo quarto libro ci presenta delle svolte interessanti. Con la  comparsa di Bishop, i nostri 4 abitanti di Glass House, capiscono che il peggio deve ancora venire e uniscono le loro forze e quelle di alcuni potenti vampiri di Morganville, tra cui Amelie e Oliver, per lottare contro Bishop e proteggere la città. Non manca la buona dose di parte romance, la storia di Claire e Shane continua e nonostante Ysandre voglia mettere le grinfie sull’affascinante Shane utilizzando il suo potere di vampira, i due ragazzi saranno sempre più uniti. Prosegue tra alti e bassi anche la relazione tra Eve e Michael, lui riesce a scatenare la gelosia e la furia della ragazza decidendo di portare un’altra alla famosa festa… ma Eve non sa che è per un buon motivo.
Un personaggio decisamente interessante già conosciuto nel libro precedente è Myrnin, antico vampiro e scienziato alchimista definito anche “vampiro pazzo”, con il quale Claire sta lavorando per cercare di trovare una cura alla malattia che colpisce i vampiri di Morganville. 
Nel finale del libro si scopre qualcosa che lo riguarda direttamente e come per i capitoli precedenti della saga, il finale è decisamente ricco di suspance.

Nonostante sia uno YA secondo me potrebbe essere facilmente apprezzato da tutti. Ho trovato il libro molto piacevole e scorrevole, la scrittura della Caine non è mai lenta o noiosa ma sempre ricca di colpi di scena. Ogni libro di questa serie è una ventata fresca di novità e non si può che attendere con ansia il prossimo capitolo!

Voto: ★★★★

domenica 24 luglio 2011

Recensione: "Black friars. L’ordine della Chiave" di Virginia de Winter

"Black friars. L’ordine della Chiave" è l’atteso prequel di “Black Friars. L’ordine della Spada” romanzo urban fantasy YA d’esordio di Virginia de Winter pubblicato dalla Fazi editore nella collana Lain.

La Trama
Alex Vanderberg, giovane erede al trono di Aldenor, non è altro che una matricola il cui sogno è diventare un giorno Duca dell'Ordine della Chiave, conquistando prestigio e rispetto. Adesso la carica è ricoperta da Rafael Valance, sul quale all'improvviso ricadono ricadono i sospetti per l'omicidio della fidanzata Emelyn. Ma quel delitto sarà solo il primo di una lunga serie. Per le strade della capitale qualcuno sta uccidendo bellissime vampire ricomponendo i loro corpi in modo da richiamare le fiabe classiche. Quando Axel salva Alise, vampira che ricorda nelle fattezze il suo grande amore, non sa che il suo gesto lo condurrà nella rete di Belladore, una creature della notte la cui bellezza è eguagliata solo dalla sua crudeltà.

Avevo sentito parlare molto bene di Virginia de Winter ma ancora non avevo letto il suo romanzo d’esordio e nemmeno nessuna delle sue fan fiction per le quali è molto conosciuta in rete.
Quando è uscito il prequel di Black Friars mi son detta “perché non iniziare da questo?” Così è stato e ne sono rimasta piacevolmente colpita.

Il romanzo si svolge circa 5 anni prima del precedente quando il protagonista, il bel principe Alex Vanderberg, erede al trono di Aldenor è uno studente dello Studium costantemente “tormentato” dalla lontananza della sua amatissima Eloise che è ancora troppo giovane per essere una scholares (anche se non mancheranno alcune occasioni per reincontrarsi…).
Nel frattempo nella Vecchia Capitale iniziano a susseguirsi una serie di omicidi con un macabro richiamo alle fiabe più conosciute e Alex diventerà costante preda di Belladore, la cortigiana vampira più conosciuta e spietata che ci possa essere. 

Tutti i personaggi presenti nel libro sono ben caratterizzati e ben descritti, così come lo sono anche i luoghi in cui è ambientato. 
Ho preso subito in simpatia il tormentato e innamorato Axel, è stato facile immedesimarsi in lui e provare i suoi stessi sentimenti e sensazioni, anche quando erano solamente delle illusioni.
Nonostante la lontananza dei due innamorati, la parte romantica ha comunque un certo peso all'interno del romanzo. Visto il finale penso proprio che leggerò appena possibile "L'ordine della Spada" perché non vedo l'ora di scoprire cosa succederà tra Axel ed Eloise.

Virginia de Winter è molto brava nella scrittura, il suo stile gotico è affascinante e coinvolgente ed è stata perfettamente in grado di sviluppare una storia ricca di particolari e di colpi di scena.

Voto: ★★★★




mercoledì 20 luglio 2011

Recensione: "Le Streghe di East End" di Melissa de la Cruz

Le Streghe di East End è il primo romanzo urban fantasy adults di Melissa de la Cruz, autrice conosciuta per la saga YA Sangue Blu.

Trama
È settembre e le Beauchamp si sono da poco trasferite a Hampton. Sulla cittadina sembra regnare la calma, ma presto una guerra fra forze antagoniste sconvolgerà per sempre equilibri millenari. Freya, Ingrid e la madre Joanna, hanno trovato un impiego normale e fanno di tutto per non usare i loro antichissimi poteri: se rompessero il patto potrebbero scatenare l’ira del consiglio degli stregoni. Freya lavora in biblioteca, mentre Ingrid fa la cameriera in un pub, ma limitarsi è difficile e a poco a poco le donne sentono rinascere in loro l’impulso della magia. Al principio la usano per risollevare la sorte di amici o clienti, ma presto la situazione sfugge al loro controllo. Una ragazza scompare nel nulla, e una serie di eventi insoliti sconvolge la cittadina. Tutti gli indizi portano alle Beauchamp e i superiori che le tengono d’occhio non tarderanno a manifestarsi per ristabilire l’ordine. Ma qualcosa di molto più oscuro si nasconde nelle strade di Hampton, fino ad avvicinarsi inesorabilmente alle tre donne. Fra misteri, forze oscure da placare, sensualità e vero amore, dovranno cercare di ristabilire gli equilibri fra il bene e il male, turbate da un demone che è riuscito a insinuarsi nella loro famiglia. Riusciranno a ritrovare la loro natura e a coronare il sogno di normalità che mai sono riuscite a veder realizzato?

Le tre Beauchamp, la madre Johanna e le due figlie Freya e Ingrid sono le tre protagoniste principali del romanzo. La bella e minuta Freya è la sorella minore, barista in grado di vedere le emozioni intense come passione, odio, ansia e con un particolare talento per le pozioni d’amore. Ingrid è la sorella maggiore, seria bibliotecaria di buon cuore con la capacità di risolvere alcuni problemi di chi chiede il suo aiuto. Johanna, la madre è una donna all’apparenza di mezza età con la dote di poter richiamare i morti dall’Ade.
Le Beauchamp vengono inizialmente presentate come streghe ma in realtà sono dee della mitologia nordica obbligate a mantenere segreti e a non utilizzare i propri poteri in seguito ad una passata restrizione.
Freya sta per sposarsi con Bran ma alla loro festa di fidanzamento la ragazza ha un “incontro ravvicinato” con il giovane e affascinante Killian (fratello minore del futuro sposo) per il quale prova una passione mai provata prima (o forse provata in una vita passata?) che la porterà a mettere in discussione la sua storia. Chi sceglierà alla fine la bella Freya? 
Nel frattempo nella cittadina iniziano ad accedere dei fatti strani, malattie, sparizioni, suicidi, attacchi… e le tre donne non avranno vita facile visto che saranno le principali sospettate.

La parte adult del libro riguarda solo la storia di Freya, un paio di scene piccanti abbastanza rapide e nemmeno particolarmente descritte che non sono assolutamente all’altezza delle scene hot presenti in libri come quelli di J.R. Ward, L.Adrian o J.Frost (per citarne alcune).  I personaggi sono adulti e non ragazzi ma non è un libro particolarmente adult a mio parere. 

A chi ha letto la serie Sangue Blu non saranno sconosciuti due personaggi che faranno la loro comparsa nel libro, Mimi Force e Oliver. Vi avverto che potreste imbattervi in uno spoiler! 

Nonostante la delusione per le frettolose scene adult ho trovato tutto sommato il libro carino e scorrevole, consigliato come lettura estiva. Visto l’epilogo (che mi ha lasciato a bocca aperta…) aspetto di poter leggere il seguito, questa è stata la prima prova adult di Melissa de la Cruz, magari la prossima sarà migliore!

Voto: ★★★

venerdì 8 luglio 2011

"Magia di un Amore" di Lisa Kleypas

"Magia di un Amore" 
di Lisa Kleypas 

Appena ho avuto notizia di questa uscita il libro è entrato immediatamente nella mia wish list.  Qualcuna di voi lo saprà già... in pochi mesi ho recuperato e letto tutti i libri di questa Signora (con la S maiuscola!) del Romance e li ho amati tutti dal primo all'ultimo.

Il romanzo è ambientato in Inghilterra nell'epoca vittoriana.
I protagonisti principali di "Magia di un Amore" sono la bella e nobile Lady Aline e l'affascinante stalliere John McKenna. 
Da ragazzi i due si innamorano follemente e si incontrano di nascosto ma quando il padre di lei viene a sapere della loro storia Lady Aline è costretta a prendere una difficile decisione e a mentire a McKenna per proteggerlo e farlo allontanare.
La storia riprende con un salto temporale di 12 anni, dove ritroviamo i protagonisti ormai trentenni che si rincontrano in seguito al ritorno di McKenna dell'America. L'ex stalliere ha fatto fortuna ed è tornato per vendicarsi di Lady Aline, l'unica donna che abbia mai amato e che gli ha spezzato il cuore tanti anni prima. 
Ovviamente ritrovarsi faccia a faccia cambia ogni cosa... per McKenna non sarà così facile vendicarsi e mantenersi distaccato come avrebbe voluto, soprattutto quando a poco a poco scoprirà la verità su quello che è accaduto tanti anni prima e su ciò che ha passato Aline in tutti quegli anni che sono stati separati...
Storia parallela a quella dei due protagonisti principali è quella della sorella di Lady Aline e il socio di McKenna arrivato dall'America insieme a lui... molto carina anche la parte a loro dedicata.

Il romanzo mi è piaciuto molto, lo stile di Lisa Kleypas è sempre scorrevole e piacevole e la storia mi ha talmente coinvolta che l'ho letto in una sola giornata.

Voto: ★★★★★

martedì 21 giugno 2011

Recensione "Shadowhunters - Le Origini. L'angelo" di Cassandra Clare

Shadowhunters Le Origini è il 1° volume della trilogia young adults "The Infernal Devices",  prequel della serie "The Mortal Instruments" di cui per la Mondadori sono precedentemente usciti Città di Ossa, Città di Cenere e Città di Vetro.

La storia è ambientata nella Londra Vittoriana. Il romanzo si apre con l'arrivo della 16enne Tessa Gray a Londra in seguito alla morte della zia. Al suo arrivo anziché trovare il fratello (unico parente rimastole in vita) ad accoglierla la ragazza è attesa da due strane donne. 
Le Sorelle Oscure la porteranno a casa loro con l'inganno e la terranno prigioniera con il ricatto costringendola ad imparare ad utilizzare il suo potere. Tessa scoprirà così la sua vera natura, perché lei non è una comune ragazza umana ma una mutaforma in grado di trasformarsi in qualsiasi persona (viva o morta che sia) tenendo in mano un suo oggetto. 
Tessa riuscirà a fuggire prima di essere consegnata al Magister (che la vuole a tutti i costi) grazie all'irruzione di Will Harondale, giovane ed affascinante Shadowhunter. La ragazza verrà così condotta all'Istituto dei Nephilim, i cacciatori di demoni, dove farà la conoscenza della direttrice dell'Istituto di Londra Charlotte e di suo marito Henry, del gentile e dolce Jem e Jessamine figlia di Shadowhunters scomparsi che vorrebbe una vita normale.
Nonostante Tessa Gray sia una "Nascosta" (come vampiri, licantropi, stregoni, fate ecc. ..) si unirà al gruppo di Shadowhunters nella lotta contro il Magister e con lo scopo di ritrovare Nate, il fratello scomparso.

"Non aveva mai immaginato che si sarebbe trattato di un bacio così breve, disperato e impetuoso. Né che avrebbe avuto il sapore dell' acqua santa. 
Dell'acqua santa e del sangue."


Se vi sono piaciuti i libri di Cassandra Clare precedentemente usciti  credo che apprezzerete anche questo. La storia è diversa, ma i personaggi ricordano un po' quelli di The Mortal Instruments: Tess-Clary, Will-Jace e Jem-Simon. 
Nel libro è presente ovviamente una parte romance, tra Will e Tess scatta subito qualcosa ma lui è un personaggio decisamente complicato (e questo mi ha intrigato parecchio), ma anche al dolce e gentile Jam (che nasconde un segreto) non è indifferente la nostra cara protagonista, quindi ci sono tutti i presupposti per un triangolo amoroso.
Nell'arco del libro vengono nominate alcune famiglie che chi ha già letto la trilogia della Clare si ricorderà, inoltre è presente il bizzarro stregone Magnus Bane. Il libro è ricco di scene d'azione e soprattutto di colpi di scena… L’ho trovato una lettura molto piacevole e scorrevole quindi ne consiglio sicuramente la lettura. Non aspettatevi un libro autoconclusivo perché il finale vi lascerà con il fiato in sospeso! (Speriamo di poter leggere a tempi brevi il seguito...)


Voto: ★★★★

mercoledì 15 giugno 2011

Recensione “L’Urlo della Notte” di Jeaniene Frost




“L’Urlo della Notte” 
di Jeaniene Frost
(Serie Night Huntress #3)

Dovrebbe essere il momento migliore della vita della mezza vampira Cat Crawfield: con il suo sexy amante Bones accanto finalmente si sente protetta dagli attacchi dei suoi acerrimi nemici non-morti. Ma il travestimento usato da Cat per celare ai succhiasangue che la vorrebbero morta la sua vera identità è saltato, mettendola improvvisamente in pericolo. Come se non bastasse, una donna del passato di Bones è decisa a farla fuori una volta per tutte. Cat è finita nel mirino di una vamp vendicativa, ma ciononostante è determinata a salvare Bones da un incantesimo letale che è stato scatenato contro di lui. Cat dovrà imparare a sue spese quanto possono essere spietati i succhiangue, e i trucchi che ha imparato come agente speciale non le saranno di alcun aiuto. Per salvarsi da un destino peggiore della morte, avrà bisogno di abbracciare pienamente il suo istinto vampiro.


“Per me tu vieni sempre per prima, micetta."
Nessun altro mi chiamava così: per mia madre ero Catherine, la mia squadra si rivolgeva a me come Cat e nel mondo dei non-morti ero la Mietitrice Rossa”

Quanto aspettavo questo libro! 
Come ormai molti di voi avranno capito sono una fan accanita di Cat e Bones, motivo per il quale avevo un’elevata aspettativa da questo libro. 
Sono contenta di poter dire che l’attesa ne è valsa la pena, la Frost è sempre la Frost
Mi piace il suo stile di scrittura, i suoi libri non sono mai lenti o noiosi, nemmeno in minima parte, riesce sempre a catturare il lettore con il susseguirsi di eventi e colpi di scena che tengono il lettore  incollato fino all’ultima riga (ho letto il libro in una giornata, quando ho dovuto interrompere la lettura causa lavoro avevo il pensiero fisso a quando avrei potuto continuarlo e a come si sarebbero evoluti i fatti…). Uno dei punti di forza è sicuramente l’ironia dei vari battibecchi tra i personaggi della serie (quelli tra Justina e Bones sono spassosissimi) e non dimentichiamoci dei momenti romantici e piccanti… il lato romance è sicuramente uno dei motivi principali di successo della saga, impossibile non amare Bones e voler vedere lui e Cat insieme felici e contenti.
A proposito di questo… Vedrete un Bones gelosissimo e un Tate particolarmente insistente nell’esternare i propri sentimenti per la bella Mietitrice Rossa.
Non mancheranno alcuni momenti hot, ma non aspettatevi un altro capitolo 32 (però potrete aspettarvi qualcosa di molto simile nel capitolo 21 del 5° libro… beate le fortunate che leggono facilmente la saga in inglese!). 
In questo capitolo della serie sono presenti i personaggi secondari già conosciuti nei due libri precedenti ma ne arrivano anche di nuovi e particolarmente interessanti, Vlad ovvero Dracula (si proprio lui… ma non chiamatelo Dracula, non gli piace…) e Mencheres, il Sire di Bones, direttamente coinvolto nella nuova battaglia.
Se siete particolarmente sensibili come me armatevi di fazzoletti… perché ci sarà una parte particolarmente triste e commovente… (io confesso che qualche lacrima mi è scesa… ad essere sincera più di qualche…) e dentro di me continuavo a ripetermi: “No no no… è impossibile!!!” Questo terzo capitolo è ricco di azione, lotte, colpi di scena, alleanze, nemici ma anche di sentimenti, momenti commoventi, amore e decisioni importanti… Un perfetto mix che gli fa guadagnare da parte mia ben 5 stelline!



Voto: ★★★★★